Chateau dAx
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Cronache
Evade per non perdere il ’lavoro’: spacciatore in cella. E’ stato arrestato 3 volte in 4 mesi
Uno dei più attivi rifornitori di eroina della città è stato portato in carcere nel pomeriggio del 23 marzo dai carabinieri: fatale è stata l’ultima evasione dai domiciliari. Il giudice questa volta ha disposto una misura più severa a carico del pregiudicato. A novembre 2016 e agli inizi di marzo era stato già preso con parecchi grammi di droga, incurante dei divieti a cui era sottoposto R.D., 35enne napoletano, da anni residente in città, continuava a seguire i suoi loschi traffici.


Campobasso. E’ il terzo arresto in quattro mesi: non c’è ‘pace’ per R.D., 35enne napoletano, spacciatore di eroina, da anni residente a Campobasso, preso e portato in cella dai carabinieri nel pomeriggio del 23 marzo. L’uomo, in barba alla misura cautelare a cui era sottoposto (detenzione domiciliare) continuava a uscire di casa come nulla fosse. Nelle ultime settimane lo aveva fatto varie volte di nascosto ma la sua presenza in città non era passata inosservata tanto che, dopo essere stato beccato dai militari, è stato denunciato per evasione.
Intorno alle 17 e 30 di oggi gli uomini del Nucleo operativo e radiomobile hanno bussato alla porta della sua abitazione per accompagnarlo nella caserma di via Mazzini e notificargli l’ordine di custodia cautelare in carcere. R.D. questa volta non potrà scappare per seguire i suoi loschi traffici visto che si trova confinato dietro le sbarre di via Cavour.


La rete di clienti del 35enne era cresciuta in questi mesi: quando è stato preso la prima volta, rientrando in auto da un rifornimento da San Severo, aveva con sé 42 grammi di eroina già divisa in piccole dosi e pronta per lo spaccio nel capoluogo.
Finito ai domiciliari, il 7 marzo scorso sempre i carabinieri del Norm lo avevano preso con 29 grammi di eroina addosso proveniente, verosimilmente, sempre dall’alta Puglia che si conferma la principale piazza di rifornimento per piccoli e grandi spacciatori pronti a riempire Campobasso di droga tra i giovanissimi consumatori.
In attesa dell’udienza di convalida il napoletano era stato portato in carcere (dopo la direttissima il giudice aveva disposto i domiciliari) mentre la “roba” sequestrata era finita nei laboratori di Foggia per dare modo agli investigatori di capire anche quali fossero i viaggi del 35enne per procurarsela.


L’ultima evasione gli è stata ‘fatale’, tanto che oggi pomeriggio i carabinieri hanno dato esecuzione all’ordine di custodia cautelare in carcere emesso dalla Procura campobassana. Una misura più severa rispetto alle due precedenti dovute al fatto che il soggetto, incurante dei divieti, continuava a uscire di casa per non perdere il ’lavoro’.

(Pubblicato il 23/03/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006