PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Cronache
Svolta sulle Carresi, il Ministero apre alla deroga sui cavalli purosangue: percorsi regolari
Quando tutto sembrava ormai deciso con una corsa dimezzata a San Martino in Pensilis, arriva la svolta per il futuro delle Carresi del Basso Molise. Una nota dell’ufficio legislativo del Ministero della Salute «apre» a una deroga all’ordinanza che vieta l’utilizzo dei cavalli purosangue nelle manifestazioni. «I cavalli – si legge nel documento - sono montati solo al fine di supportare e di indirizzare i buoi e il carro stesso e, pertanto, non sono utilizzati in una corsa di pura velocità assimilabile alle corse in piano al galoppo». Un passo in avanti per una possibile deroga all’ordinanza del 3 agosto 2016 sui percorsi ’stor in attesa delle comunicazioni ufficiali che andrebbe a consentire, in sostanza, di organizzare le Carresi lungo i percorsi abituali con le misure di sicurezza necessarie. Decisivo l’interessamento del senatore Ulisse Di Giacomo che ha incontrato i sindaci e portato le ragioni delle comunità a Roma.


Manca poco più di un mese alla prima delle tre Carresi del Basso Molise, quella di San Martino in Pensilis, e quando tutto sembrava ormai «deciso» con il rischio di disputare una manifestazione su metà percorso è arrivata la buona notizia da Roma. Una nota a firma del capo dell’ufficio legislativo del Ministero della Salute, Maurizio Borgo, che – in sostanza – rimette tutto in discussione per una deroga all’ordinanza del 3 agosto 2016 che ha disposto «il divieto di utilizzo di cavalli purosangue inglese nelle manifestazioni che prevedono corse di velocità di cavalli, consentendo, al comma 3 dello stesso articolo, come unica deroga a tale divieto, l’utilizzo degli stessi, esclusivamente nei percorsi aventi caratteristiche tecniche analoghe a quelle degli impianti ufficialmente autorizzati dal Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali per le corse di galoppo, sulla base di una relazione tecnica predisposta dall’ente o comitato organizzatore sui predetti percorsi la cui idoneità deve essere poi attestata nel verbale della Commissione comunale o provinciale per la vigilanza e dal tecnico di fondo».


Si tratta di una apertura del Ministero arrivata in seguito all’interessamento del senatore molisano, Ulisse Di Giacomo e a un incontro con i sindaci dei Comuni interessati finalizzato a trovare una possibile soluzione al problema per uno degli eventi più attesi del Basso Molise che ogni anno coinvolgono «totalmente» le tre comunità: San Martino in Pensilis, Ururi e Portocannone. Lo «scoglio» dell’utilizzo dei cavalli purosangue e della necessità di cambiarli (come più di qualcuno ha fatto a proprie spese) sembra superato con questa nota che affronta la questione e quindi andrebbe a consentire il regolare svolgimento delle manifestazioni chiaramente rispettando tutte le misure di sicurezza previste, così come lo scorso anno. I sindaci hanno ricevuto questa comunicazione e nei prossimi giorni i contenuti saranno approfonditi per definire come affrontare, in concreto, l’organizzazione delle Carresi, a partire da quella di domenica 30 aprile in onore di San Leo.


Ma cosa si afferma nella nota del Ministero? «La manifestazione Carrese, come rappresentato nel parere formulato dalla Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci di questo Ministero –elaborato sulla base del parere tecnico del Centro di referenza Nazionale del Benessere Animale dell’istituto zooprofilattico di Brescia – consiste in una corsa trainata da buoi, in cui i cavalli sono montati solo al fine di supportare e di indirizzare i buoi e il carro stesso e, pertanto, non sono utilizzati in una corsa di pura velocità assimilabile alle corse in piano al galoppo».
Planner Sposi



A questo si aggiunge che «Tanto premesso, alla luce delle caratteristiche con le quali si svolge la corsa dei carri nell’ambito della manifestazione in esame, che non consiste in una corsa di velocità di cavalli, non sembra trovare applicazione, al caso di specie, la norma sopra richiamata sul divieto di utilizzo di cavalli puro sangue inglese, fermo restando che, rientrando, la stessa esibizione, nel novero delle manifestazioni pubbliche nelle quali vengono comunque utilizzati equidi, dovranno essere, in ogni caso, garantiti, per la legittimità del suo svolgimento, i requisiti di sicurezza e di benessere animale, previsti dalla disciplina in materia». Nei paesi la notizia sta facendo il giro delle case e delle strade: ora si aspettano le comunicazioni ufficiali ma già si inizia a sorridere.

LINK
La nota congiunta dei sindaci: approfondire il parere

(Pubblicato il 23/03/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006