Chateau dAx
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Spazio Relax
 
Il 'valzer' delle sedi regionali
Il Tar cerca casa: spunta l’ex Assessorato. E per la sede Arpam un affaire da 3 milioni
Il Tribunale amministrativo regionale potrebbe traslocare in via Nazario Sauro, nell’ex palazzo dell’Assessorato guidato da Vittorino Facciolla. Uffici e segreteria dell’Agricoltura sono stati trasferiti nello stabile dell’Arsarp di via Vico. Intanto la Regione valuta un nuovo immobile per l’Agenzia regionale di Protezione ambientale. Petraroia segnala trattative in corso con un imprenditore per i locali di contrada Selvapiana.


C’era una casetta piccola così, con tante finestrelle colorate…Non ha proprio queste caratteristiche l’immobile che sta cercando il Tribunale amministrativo regionale che lo scorso 13 ottobre ha pubblicato un avviso per la ricerca di una nuova ‘casa’. Posizione centrale, facilmente raggiungibile dai più comuni mezzi di trasporto e una superficie complessiva compresa tra 1200 e 1400 mq: queste le caratteristiche salienti richieste.
Tra le sedi papabili è spuntato il palazzo di via Nazario Sauro, proprio quello che fino a poche settimane fa ha ospitato l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Molise, uno degli edifici finito sotto la lente del Movimento 5 Stelle per il costoso affitto pagato al proprietario dell’edificio, l’Immobiliare Di Carlo. Quasi 300mila euro la somma corrisposta per l’edificio a tre piani che il presidente Paolo di Laura Frattura ha inserito negli “immobili in fase di imminente riconsegna” assieme alle sedi di via Toscana.

L’operazione rientra nella spending review avviata dal governo di via Genova per risparmiare sugli affitti delle sedi regionali. Che costano un occhio della testa: quasi 900mila euro sono previsti nel bilancio di quest’anno. Certo, siamo molto lontani dai ‘fasti’ di Michele Iorio. Il picco per affitti nel 2012 con una spesa di 2,4 milioni.

Tuttavia, un po’ a sorpresa anche per quest’anno a favore dell’Immobiliare Di Carlo è previsto il pagamento di 272mila euro, come riportato nell’elenco pubblicato sul sito ufficiale della Regione nella sezione Trasparenza per il 2017 (http://trasparenza.regione.molise.it). Il contratto scadrà il 15 luglio 2019.
Ad ogni modo, la maggior parte degli uffici dell’Assessorato regionale all’Agricoltura ha già traslocato nella sede dell’Arsarp (Agenzia regionale per lo sviluppo agricolo, rurale e della pesca) di via Vico dove, stando ai racconti degli addetti ai lavori, ora si sta un po’ strettini.
Mentre nel grosso immobile che si trova in pieno centro a Campobasso sono rimasti solo gli sportelli di Agea ed Enea. Probabilmente ancora per poco visto che pare sia imminente un trasferimento nella vecchia sede Inail di via Umberto.

Ma torniamo in via Sauro. Sventato il pericolo dell’arrivo di alcune centinaia di migranti(come si vociferava tra i commercianti di via Mazzini), in quello stabile dovrebbe traslocare il Tar Molise che però in questi anni ha pagato un affitto molto più basso per l’immobile di via San Giovanni: 90mila euro il canone annuo corrisposto nel 2016. Solo due anni prima il costo era doppio (183mila euro nel 2014) ma era doppia pure la superficie di locazione. Cifre distanti, insomma, da 272mila euro pagate dalla Regione Molise.

In attesa che l’affaire si concretizzi il ‘valzer’ delle sedi degli uffici regionali non finisce qui. Sarebbe in cerca di una nuova sede anche l’Arpa Molise. La faraonica operazione, dal valore di 3 milioni, è stata denunciata dai dipendenti della stessa Agenzia regionale per la protezione ambientale del Molise e rilanciata dal consigliere regionale Michele Petraroia.

«In via informale – scrivono – si è appresa la notizia di trattative in corso tra la Direzione generale dell’Arpa Molise, la Presidenza della Regione e un noto costruttore molisano per acquistare uno stabile adiacente all’attuale sede del dipartimento provinciale dell’Agenzia, in località Selvapiana a Campobasso, dove trasferire la Direzione generale dell’Arpa».
E fin qui, forse, non ci sarebbe nulla di strano. In realtà,l’Arpa ha già una sede di proprietà, in via Ugo Petrella, tra l’altro recentemente ristrutturata e su cui grava un mutuo acceso in passato per l’acquisto della stessa sede dipartimentale.

«Una spesa totalmente inaccettabile», incalzano i dipendenti nella lettera inviata al commissario Antonella Lavalle. «Arpa Molise da alcuni anni è stata oggetto di un forte ridimensionamento dei fondi concessi per la gestione dell’attività, al punto da metterne in crisi le capacità operative».
Per loro, dunque, la spesa di 3 milioni per l’acquisto di una nuova sede è incomprensibile. A loro avviso, tutte le risorse disponibili dovrebbero essere utilizzate per modernizzare la strumentazione in dotazione all’agenzia. E infine se proprio si volesse fare questo investimento, sarebbe sbagliato farlo per un immobile in contrada Selvapiana dove non passa nemmeno un autobus negli orari lavorativi. Un ‘doppio pacco’ per i dipendenti.

(Pubblicato il 20/03/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006