Planner Sposi
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Spazio Relax
 
Prove generali di sinistra
Bersani e la guerra al Pd: "Partito tradito, l’alternativa siamo noi". Bordate su Frattura
Sala della Costituzione stracolma. Centinaia di esponenti ex dem e della sinistra hanno accolto a Campobasso il fondatore del Movimento democratici e progressisti Pierluigi Bersani: «Vogliamo rianimare le energie sociali, politiche e culturali di un centrosinistra largo e plurale. Altrimenti ha già vinto la destra. Ma il Pd non è in grado di farlo». Leva e Totaro alzano il tiro: «Chi governa il Molise non può fare peggio di chi ci ha preceduto».


Idea Arredo
Campobasso. Ci sono i delusi del Pd, i nostalgici e gli orfani dei vari partiti (dissolti) della sinistra. Politici e simpatizzanti in cerca di una nuova ‘casa’. L’arrivo di Pierluigi Bersani a Campobasso consente di delimitare il perimetro: chi c’è, chi ha già aderito ad Articolo 1 – Movimento democratici e progressisti, chi è pronto a farlo.

La Sala della Costituzione è stracolma, forse lo è ancora di più di lunedì scorso, quando Michele Emiliano è arrivato nel capoluogo molisano per presentare la sua mozione congressuale. In platea tanti volti storici della sinistra, a cominciare dall’ex Pci ed ex Ds Augusto Massa, gli ex dem Danilo Leva e Francesco Totaro, la senatrice Cinzia Dato (che in Molise non si vedeva da un po’), il senatore Peppino Astore, la parlamentare Anita Di Giuseppe, l’ex presidente della Provincia Nicola D’Ascanio, il consigliere Michele Petraroia, l’assessore al Comune di Campobasso Emma de Capoa, il presidente dell’assise campobassana Michele Durante, il consigliere di Palazzo San Giorgio Maurizio d’Anchise, l’avvocato Rita Formichelli, consigliere di opposizione a Isernia, e il venafrano Marcello Cuzzone.
E poi ancora: la delegazione della Cgil con Susanna Pastorino, Franco Spina e Lucia Merlo, Sergio Calce dell’Usb, Antonio D’Ambrosio, i sindaci Gigino D’Angelo, Vincenzo Notarangelo, Donato Pozzuto e Nicola Manocchio.
C’è pure qualche esponente della società civile come l’avvocato Mariano Prencipe e il pittore Domenico Fratianni.

Insomma, uno spazio Mdp già se l’è guadagnato: secondo alcuni sondaggi, si attesta al 6%. «E non presentiamo ancora il nostro simbolo», scherza Pierluigi Bersani, l’uomo che voleva smacchiare il giaguaro, Silvio Berlusconi. Poi è andata diversamente. Ma l’ex ministro è ancora in grado di smuovere gli elettori della sinistra. Oggi strizza l’occhio a Giuliano Pisapia, l’ex sindaco di Milano e ora regista di ‘Campo progressista’. I punti di contatto ci sono.

«Il nostro obiettivo principale – spiega Bersani ai giornalisti che lo aspettano in via Milano - è rianimare, far muovere energie sociali, politiche, culturali e civiche di un centrosinistra largo e plurale perché con meno di questo – ne sono convinto – ha vinto la destra. Il Pd non è in condizione di muovere queste energie, anzi per ragioni varie mostra perfino di respingere queste energie. Noi non vogliamo fare un ‘partitino’, ma un movimento a partire dagli ideali di sinistra e dai valori ribaditi nell’articolo 1 della Costituzione, ossia lavoro e democrazia».

Mdp punta a recuperare gli scontenti di Matteo Renzi: «Ci sono aspetti di eccessivo familismo – il suo giudizio sull’ex premier - è una questione di stile. Chi governa deve poter dire di essere amico di tutti ma parente di nessuno. Abbiamo bisogno di una politica che non si espone a sospetti di familismo». Per questo, aggiunge, «dobbiamo andare a ‘prendere’ la gente che non ne vuole più sapere, chi se n’è andato dal Pd, chi non ci crede più». Sulle alleanze invece è cauto: «Bisognerà vedere la legge elettorale ed organizzare le forze».

Più netti Danilo Leva e Francesco Totaro: loro sì che lanciano la sfida al Pd di Paolo di Laura Frattura e Micaela Fanelli. «Alle prossime Regionali – alza il tiro il consigliere regionale di San Martino in Pensilis – dobbiamo presentarci con un progetto alternativo a quello del Pd».
Carrozzeria Meale


Il deputato di Fornelli parla invece del «tradimento delle ragioni fondanti il Pd», «non è una questione di poltrone». Piuttosto la mancata condivisione delle scelte prese in tema di lavoro, scuola e sanità.
Un giudizio negativo tanto a Roma quanto per il governo Frattura. «Ho scoperto che in questa regione – scandisce Leva - ci sono assessori che hanno esultato per la chiusura dello Zuccherificio come se la colpa fosse dei lavoratori», la prima bordata. «Il centrosinistra sta col lavoro, non può stare col capitale». Poi mette il carico da novanta: «Le vicende giudiziarie non si possono sovrapporre a quelle politiche».
Cita il servizio delle Iene sul ‘caso Facciolla’, pur non citando direttamente il politico di San Martino in Pensilis. «Non è una questione morale, ma di rispetto delle istituzioni e noi – la bordata del parlamentare – non possiamo fare peggio di chi ci ha preceduto». Dunque, «abbiamo il dovere di ricostruire il centrosinistra non solo in Italia, ma soprattutto in questa regione».
Un leitmotiv ribadito pure dal senatore Augusto Massa che non si riconosce più «in questo centrosinistra in cui sono transitati troppi ex centrodestra», dove «ci sono gruppi dirigenti che sono comitati d’affari». «In questa regione c’è una classe dirigente che pensa ai propri interessi – insiste – e che ha distrutto la sanità pubblica per avvantaggiare un privato che qui si comporta in un modo, a Roma in un altro e in Europa in un altro modo ancora».
Un j’accuse durissimo che riscuote applausi nella Sala della costituzione, diventata per un pomeriggio l’altro Lingotto della sinistra molisana. SP

Le immagini nella galleria fotografica

(Pubblicato il 16/03/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Chateau dAx
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006