PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Cronache
Il fidanzatino la lascia, lei lo avverte: "Mi butto dal Monforte". 16enne salvata grazie al suo ex
E’ stata salvata dal tenente dei carabinieri Giorgio Felici la studentessa che questa mattina ha provato a buttarsi dalla vetta del castello Monforte. I carabinieri sono stati avvertiti dall’ex fidanzato: "Andate al Monforte, la mia ex si vuole buttare, mi ha mandato la foto...". L’arma ha preso sul serio la segnalazione e una pattuglia è arrivata immediatamente presso il monumento. Il tenente si è arrampicato fino in cima, riuscendo a tirar via la ragazza che intanto singhiozzava. Disavventura a lieto fine: la sedicenne è stata riconsegnata alla mamma fra lacrime e scuse.


Campobasso. Ha marinato la scuola con l’intenzione di buttarsi dalla vetta del Castello Monforte di Campobasso per una delusione d’amore. Il proposito, per fortuna, non è andato in porto: la sedicenne che questa mattina ha avvertito l’ex fidanzato del gesto che stava per compiere, mandandogli anche una fotografia sullo smartphone a dimostrazione che la sua non era una banale minaccia ma un progetto concreto, è stata salvata.

Grazie proprio all’ ex fidanzatino che, secondo la ricostruzione, l’aveva lasciata da poco innescando una disperazione senza precedenti. Il ragazzo, appena ha ricevuto il messaggio su WhatsApp con l’immagine del Castello Monforte visto dall’alto, ha avvertito i carabinieri di Campobasso. "Andate subito al Monforte, la mia ex fidanzata sta per buttarsi di sotto". Una segnalazione che i militari non hanno preso sottogamba, e per fortuna.

La studentessa infatti è stata raggiunta dal tenente Giorgio Felici, comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile di Campobasso, e che si è arrampicato il più in fretta possibile sul monumento fino a raggiungere la parte delle antenne, dove si trovava la giovane che intanto aveva già scavalcato la ringhiera di protezione che divide la terrazza dal vuoto, e con una mano si teneva alla ringhiera mentre con i piedi si stava sporgendo nel vuoto nello spazio tra i due merli.
Poiché la situazione stava precipitando, l’Ufficiale senza perdere tempo e approfittando del fatto che la ragazza fosse girata di spalle e non l’avesse visto, si è lanciato verso di lei afferrandola prima per il braccio e poi per il giubbotto per poi tirarla a sé.

A quel punto la ragazza ha tentato di divincolarsi gridando di lasciarla stare che voleva farla finita ma il militare, che si era ancorato con i piedi alla ringhiera che lo divideva dalla giovane, continuava a tenerla stretta rivolgendole parole di conforto per convincerla a desistere.

L’ha afferrata alle spalle e l’ha tirata indietro un attimo prima che il suo corpo finisse nel vuoto.
Lei, singhiozzando, ha cercato fino all’ultimo istante di svincolarsi dalle braccia del tenente, che però l’ha tenuta stretta ed è riuscito a calmarla un po’ alla volta e a farla scendere, quindi l’ha consolata su una panchina prima di accompagnarla in caserma dove nel frattempo è arrivata la madre.

Una brutta avventura che è finita tra lacrime e scuse, e con un apprezzamento sincero per l’opera dei carabinieri, rapidi e decisamente sensibili a un problema di cuore fra adolescenti che avrebbe rischiato di sfociare in una tragedia.

(Pubblicato il 16/03/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006