PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Tigre Amico
 
Cronache
Defibrillatore per il palasport, dopo 3 mesi il regalo è ancora in Comune: "Ce lo riprendiamo"
L’associazione Cuore Molisano aveva donato al Comune di Termoli un defibrillatore, strumento indispensabile nel primo soccorso in caso di arresto cardio-circolatorio. «Era un dono pensato per il PalaSabetta» riferiscono i vertici dell’associazione. Il palasport di contrada Mucchietti infatti non è dotato di questo strumento che fra qualche mese sarà obbligatorio per ogni società sportiva. Ma dal dicembre scorso è rimasto in municipio. «Siamo delusi e offesi e abbiamo deciso di riprendercelo».


Il PalaSabetta pieno in una foto di repertorio
Termoli. Era stato pensato come un regalo utile sia per la salute che per il portafogli. Un defibrillatore da sistemare al PalaSabetta di Termoli a disposizione delle associazioni sportive che usufruiscono della struttura. Ma dal giorno del dono, ben tre mesi fa, nessuno si è preso la briga di sistemarlo al palasport di contrada Mucchietti, chiaramente ben custodito. Così oggi gli autori di quel pensiero, vale a dire i vertici dell’associazione "Cuore Molisano", hanno deciso di riprenderselo, in aperta polemica col Comune.

Piccolo passo indietro: il 15 dicembre scorso, a margine del convegno sulla morte improvvisa nello sport, l’associazione guidata da Liberato De Felice aveva fatto dono al Comune di un defibrillatore. Si tratta di un apparecchio elettronico entrato nell’uso comune in ambito sportivo dopo la tragedia che colpì il calciatore Piermario Morosini, morto in seguito a un arresto cardiaco sul campo di gioco dello stadio di Pescara nell’aprile 2012.

Da allora lo Stato ha deciso che ogni associazione sportiva si deve dotare di questa apparecchiatura, capace di defibrillare un cuore che ha da poco subito un arresto cardio-circolatorio. E’ un apparecchio che può quindi tenere in vita una persona, contestualmente al massaggio cardiaco. Tuttavia la sua obbligatorietà per legge è stata più volte rinviata e adesso dovrebbe entrare in vigore nel giugno prossimo.

Oggi non è obbligatorio possederlo e quindi succede che per gli incontri ufficiali la squadra o società ospitante se ne procura uno. Durante gli allenamenti o incontri informali il più delle volte il defibrillatore non c’è. E’ esattamente quanto succede al PalaSabetta, dove ogni domenica la squadra di casa lo porta con sè. Ma cosa accadrebbe in caso di infarto sul campo in una normale sessione d’allenamento? Questa è la domanda a cui avrebbe dovuto rispondere un defibrillatore tenuto in maniera permanente nel palazzetto di via Ischia.
Planner Sposi
Oltretutto un risparmio notevole per le casse delle società sportive che usano il palazzetto.

Ma le cose sono andate diversamente. «In quell’occasione c’erano solo i consiglieri Annibale Ciarniello e Michele Marone - scrive oggi l’associazione -. L’unico disponibile fu Ciarniello che lo depositò nella stanza del sindaco. Successivamente siamo stati convocati due volte dalla V Commissione consiliare per spiegare perchè volevamo che fosse sistemato al PalaSabetta».

Tutti gli sforzi però sono andati a monte, sembra anche per questioni burocratiche, anche perchè il palazzetto non ha un custode che potrebbe prendere in carico l’apparecchio. «Riteniamo che quell’atto sia stato sottovalutato. Siamo delusi e offesi. Lunedì 20 marzo andremo a riprendere il defibrillatore senza se e senza ma».

(Pubblicato il 15/03/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Planner Sposi
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006