PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Spazio Relax
 
Cronache
"Senza un comandante è il caos, adesso basta". I vigili urbani pronti ad andare in Procura
Situazione bollente per la Polizia Municipale di Campobasso: da tre anni è priva di una guida ’in divisa’. Il sindacato Csa torna alla carica per denunciare «il degrado professionale, organizzativo e gestionale in cui versa il Corpo» e per criticare la mancata volontà politica ad intervenire: «La legge di Stabilità non c’entra niente, i costi per il personale già sono ridotti». Il prossimo passo sarà un esposto in Tribunale.


Campobasso. Per Palazzo San Giorgio fila tutto liscio, per i diretti interessati no. La mancata nomina di un comandante della Polizia Municipale sta solo creando danni: è l’ennesima denuncia del Csa. Che non arretra di un millimetro. Anzi si prepara a rendere ancora più incisiva la sua battaglia.
A dicembre la prima denuncia per una serie di irregolarità e poi la richiesta al sindaco di Campobasso Antonio Battista di provvedere in tal senso. Un appello caduto nel vuoto.
Per il Comune basta e avanza la designazione del dirigente Matteo Iacovelli, avvocato senza divisa chiamato a dirigere il Corpo e mai riconosciuto come tale da molti agenti.
Non si può fare altrimenti, per il Municipio: la legge di Stabilità 2016 ha introdotto una serie di restrizioni alle norme per le assunzioni e le dotazioni organiche del personale degli enti locali (comma 221). In parole povere, c’è la spending review e l’ente non può assumere.
Una giustificazione che il Csa Vigili urbani non ha mai reputato valida. Tanto da essere tornato alla carica.
In una lunga lettera, il segretario regionale Roberto Mastrocola critica duramente «il degrado professionale, contrattuale, organizzativo e gestionale in cui versa attualmente la Polizia Municipale di Campobasso» e che «è oggettivo». Le ripercussioni sono evidenti nel capoluogo: «Una città che sempre più spesso dà l’impressione di trovarsi di fronte a situazioni prossime alla fine di una civiltà».
Dunque, «non occorrerebbe aggiungere altro per continuare a spiegare i danni provocati da una irrisoluta gestione politica della cosa pubblica».
Il capo del Csa entra nello specifico del dettato normativo della legge di Stabilità 2016 che non può essere applicata al corpo di Polizia Municipale di Campobasso perché è già interessato da «un apparato burocratico che, in termini di contenimento della dinamica retributiva e occupazionale, potrebbe soddisfare benissimo l’esigenza legale di un vero e proprio responsabile ai vertici del Corpo».
Né si può ricondurre la mancata nomina del comandante unicamente al contenimento della spesa: «La spesa corrente che l’amministrazione sostiene annualmente per il proprio personale si attesta al di sotto della soglia limite, ovvero al 23%, quindi rispettosa del principio dell’obbligo della sua riduzione complessiva e più in generale di tutti gli obiettivi di finanza pubblica che garantiscono all’ente di rientrare agevolmente nel patto di Stabilità».

Dunque, la bordata del segretario del Csa, «attestare di aver dovuto determinare la dotazione organica dell’ente al fine di eliminare inesistenti duplicazioni delle competenze degli uffici dirigenziali è un capzioso falso storico».
Planner Sposi
Mastrocola individua una precisa volontà politica dal momento che da oltre dodici anni il modus operandi è lo stesso: «attribuire a un dirigente amministrativo funzioni amministrative, gestionali e nel contempo di vigilanza e controllo tipiche della Polizia Municipale. Il che «serve all’amministrazione per telecomandare a suo piacimento il Corpo».
Anche perché, volendo fare due conti, visto che il dirigente è oberato di lavoro, il Comune sta facendo ricorso a «consulenze esterne proprio per l’arretrato che evidentemente si accumula proprio in quell’Area (Avvocatura comunale, gare e contratti, ndr)».
Insomma, un gran caos per i vigili urbani. Questa volta il sindacato è pronto ad alzare l’asticella: se entro qualche giorno non riceverà risposte, andrà in Procura.

(Pubblicato il 10/03/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006