Planner Sposi
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Cronache
"Ho creduto di morire. Io eroe? Non mi dispiace". Parla lo chef accoltellato in Australia
Dal suo letto d’ospedale Luigi Spina, il 24enne di San Polo Matese che si è beccato una coltellata allo stomaco per aver difeso una sconosciuta in strada, racconta la terribile esperienza vissuta la notte del 24 febbraio a Melbourne, la città in cui vive da un paio di mesi. Il ragazzo è stato operato d’urgenza e sta lentamente recuperando le forze: la sua storia ha fatto il giro del mondo, i media australiani lo hanno definito un eroe: "Se hanno detto così non mi dispiace, c’era anche altra gente vicino a quella ragazza ma solo io sono intervenuto". La polizia dello stato del Victoria, intanto, ha arrestato il suo aggressore.


San Polo Matese. Tutti i media australiani hanno parlato di lui e stamattina, 2 marzo, anche il canale italiano della Sbs News ha dedicato un servizio a Luigi Spina, il cuoco molisano accoltellato a Melbourne dopo aver difeso una sconosciuta in strada all’uscita del ristorante in cui lavorava.

Spina, originario di San Polo Matese, è ancora ricoverato in ospedale dove è arrivato in condizioni serissime la notte del 24 febbraio con un taglio nella pancia. Luigi aveva perso molto sangue, ha subito un delicato intervento chirurgico e gli hanno messo quaranta punti allo stomaco.

«Da oggi – ha riferito il giovane chef al giornalista Marco Lucchi – ho ripreso a camminare e a mangiare anche se la guarigione sarà lunga, devo recuperare le forze e rimettermi. Ma l’Australia resta per me la terra dei sogni».


Positivo e ben disposto verso la stampa che ha parlato di lui come di un eroe, Spina ha detto col sorriso: “Non mi dispiace se mi definiscono così, in fondo c’era anche altra gente quella sera che sarebbe potuta intervenire e non l’ha fatto, diciamo pure che è stato un gesto eroico».

Il racconto di quella notte terribile ai microfoni della Sbs: «Sono arrivato qui due mesi fa e mi sono subito trovato bene. La scorsa settimana stavo lavorando in un ristorante italiano, intorno alle 23.30 ho finito il turno e stavo tornando a casa. Davanti a me c’era un ragazzo strano, molto aggressivo e nervoso che ha prima preso a pugni una persona a telefono e poi un gruppo di ragazzi vicino a lui. Accanto a me camminava casualmente una ragazza, era sola, si è beccata un pugno anche lei e poi ha rischiato di essere strangolata. A quel punto ho reagito, gli ho tirato un calcio ma non gli ho fatto male, forse aveva anche assunto sostanze, sembrava quasi non essersi accorto di nulla. E’ iniziata una lite tra noi, sinceramente non ho visto da dove è spuntato il coltello né avvertito il colpo nella confusione.
Idea Arredo
A un certo punto ho sentito un liquido vicino alle gambe, ho messo la mano e perdevo sangue, in più c’era una cosa che pendeva dal mio stomaco. Mi sono spaventato, ho avuto paura di morire, credevo avesse tagliato qualche organo vitale».

Solo allora Luigi ha raccolto le ultime forze che gli erano rimaste e ha chiesto aiuto. «La zona la conoscevo perché ci lavoro, mi sono accasciato a terra davanti un locale e mi hanno portato in ospedale. Durante l’intervento hanno scoperto che quel ragazzo mi aveva perforato il rene e i muscoli addominali, per questo – anche se ho ripreso a camminare – sono ancora molto debole».».
La prima persona che Luigi ha avvisato è stato il suo coinquilino il quale ha chiamato i genitori del 24enne cercando di rassicurarli. Inevitabile che, con il giovane matesino ancora sotto i ferri, la famiglia Spina abbia vissuto ore di angoscia terribili.

Due giorni dopo quella notte da incubo la Polizia dello Stato del Victoria ha arrestato l’aggressore di Luigi.

(Pubblicato il 02/03/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Chateau dAx
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006