Chateau dAx
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Cianciosi srl
 
Emergenza negli istituti D'Ovidio
Quarto furto a scuola in due settimane: trafugati pc e danni all’edificio. E’ allarme sicurezza
Questa volta i ladri hanno preso di mira la scuola media ’Francesco D’Ovidio’ portandosi via tre computer e facendo diversi danni all’interno dell’edificio. Si sono intrufolati dalla parte posteriore, dove c’è il cantiere del corpo B dell’edificio, si tratta presumibilmente di professionisti, visto l’utilizzo dei guanti. Il preside Grassi: "Non è possibile che nel 2017 non si trovi un sistema deterrente che metta in allarme i malviventi. Perché non si riesce a capire che costa di più riparare i danni dei furti che non investire su un impianto di allarme collegato alle forze di polizia?". Indaga la Digos.


Campobasso. Ormai è allarme furti nelle scuole ‘D’Ovidio’ di Campobasso. Stamattina l’ennesima, amara scoperta: la scuola media ‘Francesco D’Ovidio’, la scorsa notte, ha subito un raid da parte di ignoti che si sono intrufolati dalla parte posteriore dell’istituto e hanno portato via tre computer, gli stessi che erano scampati ai colpi messi a segno l’anno scorso, a giugno e a novembre. Ingenti i danni causati. Si tratta del quarto episodio nel giro di quindici giorni, gli altri si erano verificati alla ‘Enrico D’Ovidio’ di via Roma, la scuola elementare. Insomma una vera e propria emergenza a livello di sicurezza. Sono in atto le indagini da parte della Digos che dovrà ricostruire l’accaduto. Anche se le modalità sono sempre le stesse e, purtroppo, ripetute.


Il preside, Pasquale Grassi, torna ad appellarsi per l’ennesima volta alle istituzioni: «Mi domando se sia normale e giusto che nel 2017 non si trovi un solo sistema deterrente, perché non posso chiedere alla polizia di vigilare davanti ai sette edifici, non posso chiedere il bunker antiatomico, ma almeno un qualcosa che faccia rumore o che dia fastidio ai malviventi è così difficile da reperire? Non possiamo difenderci con un semplice lucchetto… Bisognerebbe dare una risposta in poche ore a questi sos che lancia la scuola». I ladri hanno approfittato questa volta del cantiere del corpo B della D’Ovidio che dà su via Gorizia.


Come si diceva, è la quarta volta in due settimane tra i due istituti di via Roma e piazza della Repubblica: «Quattro intrusioni nella mia istituzione – prosegue il preside –.
Come succede in questi casi, il ripristino del materiale sottratto costa più del furto stesso». E si tratta probabilmente di professionisti, visto l’utilizzo dei guanti per rubare. Grassi torna a chiedere un «impianto di videosorveglianza che sia collegato con la polizia o con i carabinieri, almeno per creare spavento e dare ansia ai malviventi, per evitare che vengano distrutte tante stanze come avviene attualmente. L’istituto superiore ‘Pilla’ ha un sistema all’avanguardia perché una quindicina di anni fa, grazie alla Provincia, si ebbe la lungimiranza di mettere in sicurezza la scuola, che infatti ha subito una sola intrusione. Perché non si riesce a capire che costa di più riparare i danni dei furti che non investire su un impianto di allarme collegato alle forze di polizia?».

(Pubblicato il 27/02/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006