PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Cronache
Insulti razzisti all’amichevole con i migranti. "Ci hanno detto ’sporchi negri’, siamo indignati"
Offese pesanti quelle che i giocatori e il mister del Guglionesi, squadra che milita nel campionato d’eccellenza regionale, avrebbero lanciato alla formazione dello Sprar di Larino. Il fattaccio è avvenuto giovedì pomeriggio sul campo del Guglionesi: i ragazzi del centro d’accoglienza erano stati invitati per disputare un incontro di calcio di amichevole con la formazione locale. Gara che, purtroppo, si è trasformata in una sorta di tiro al bersaglio, una caccia al "diverso", secondo la denuncia fatta dagli operatori e dagli accompagnatori della struttura frentana, indignati per l’accaduto: «Calcioni, spintoni, gioco pesante e insulti a sfondo razzista sin dai primi minuti di gioco. Perchè ci hanno invitato: per insultarci? Dove è finita l’accoglienza e l’ospitalità? ». Parole amare e pregne di delusione.


di Alessandro Corroppoli

Guglionesi. Doveva essere una festa dello sport ed invece si è trasformata nella sagra dell’insulto e di una caccia al "diverso". Giovedì pomeriggio la squadra del centro Sprar di Larino "Senise Hospes" era stata invitata a Guglionesi per disputare una partita di calcio, un’amichevole contro la locale formazione del U.S Guglionesi, che milita nel campionato d’eccellenza regionale. Il tenore di queste partite infrasettimanali ha due scopi: il primo è quello di testare la forma fisica e gli schemi della squadra iscritta ai campionati, il secondo, ben più nobile, è quello di far trascorrere un paio di ore di serenità e spensieratezza, facendo sport, a dei ragazzi fuggiti dalle guerre e dalla fame.

Disgraziatamente giovedì pomeriggio, presso lo stadio comunale, tutto questo non solo non è avvenuto anzi è accaduto esattamente l’opposto: invece di trascorrere un paio d’ore in amicizia con un pallone, i ragazzi di Larino hanno trovato un ambiente ostile, «gioco pesante, spintoni e botte» e perfino dei gravi insulti razzisti come «sporchi negri», secondo quanto riferito da loro stessi e dai responsabili del centro.

Alla fine del primo tempo, la squadra del centro Sprar, sotto soltanto per due a zero, ha pensato di abbandonare il campo, «ma la voglia di giocare per i ragazzi è stata più forte – dicono dallo Sprar - nonostante si erano già avvistati numerosi episodi di razzisti».

La volontà dei ragazzi del centro non è stata premiata anzi, il clima si è ancor più arroventato: durante l’incontro, raccontano ancora gli accompagnatori che lavorano alllo Sprar di Larino e che hanno deciso di rendere pubblica la vicenda, «alcuni giocatori - da puntualizzare non molisani - della squadra del Guglionesi hanno dimostrato di essere lontani anni luce da concetti quali sportività, integrazione, tolleranza. Hanno insultato a parole e nel modo di giocare. Fatti che fanno rabbrividire ancor di più perchè avvenuti su un campo da calcio», affermano i responsabili del centro.
I quali tengono ad evidenziare come alcuni giocatori dello Sprar, compresi il mister Michele De Santis, e il direttore progettuale del centro Massimiliano Patavino, siano stati pesantemente attaccati non solo dai giocatori ma persino dal mister del Guglionesi.

«Non giustifichiamo l’atteggiamento di ragazzi poco più che maggiorenni che però è nulla se paragonato a quello tenuto dal loro allenatore, inqualificabile e indecente».
Insomma, ha prevalso l’ignoranza di sentirsi superiori al "diverso" solo perchè si ha la pelle di un altro colore? «Sì, ignorando anche che il diverso può insegnarci qualcosa di nuovo. Nulla a che vedere con l’ospitalità ricevuta nei campi di Mafalda, Termoli, Casacalenda solo per citarne alcuni, dove si è fatto un terzo tempo tutti insieme pieno di allegria, serenità e integrazione». Una giornata da dimenticare, dove sono prevalsi solo prepotenza e aggressività. A fine giornata tanta delusione e qualche domanda «Che fine ha fatto il gioco del calcio? L’ospitalità, l’accoglienza?».

(Pubblicato il 25/02/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006