PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Cronache
50 chili di marijuana trovati nel mare delle Tremiti: sequestro della Finanza per 500mila euro
I militari del Reparto Operativo Aeronavale durante un controllo si sono imbattuti in mezzo quintale di droga vicino l’isola di Pianosa, nell’arcipelago delle Diomedee. Lo stupefacente in mano alle organizzazioni criminali avrebbe fruttato mezzo milione di euro con la vendita al dettaglio. L’ennesimo sequestro in mare testimonia i traffici che dall’Albania interessano non più solo il basso Adriatico e la Puglia, ma anche la costa molisana, dove sempre più spesso vengono trovati carichi dispersi destinati alle piazze locali. Le indagini proseguono.


Planner Sposi
Termoli. Ancora un carico di marijuana in mare scoperto dagli uomini della Guardia di Finanza di Termoli, e precisamente dal Reparto Operativo Aeronavale, che ieri durante un servizio di perlustrazione nell’arcipelago delle Tremiti, territorio di competenza molisana per quanto riguarda ordine pubblico e guerra ai traffici illeciti, si sono imbattuti in pacchi incellophanati che galleggiavano in acqua e che, una volta recuperati, si sono rivelati essere marijuana.

Ben 50 chili di droga, provenienti verosimilmente dall’Albania e dalal costa dirmpettaia, che sul mercato dello spaccio, in mano alle organizzazioni criminali, avrebbero fruttato circa 500mila euro.

La droga scovata dal Roan si trovava vicino l’isola di Pianosa, una dell’arcipelago diomedeo, e secondo i sospetti dei militari sarebbe stata gettata in mare da una imbarcazione per poter essere recuuperata poi da qualcuno sul posto, secondo una prassi consolidata che regola i traffici di stupefacente.

Il sequestro, che conferma ancora una volta come le rotte della droga stiano interessando sempre più il medio adriatico e la costa molisana, arriva a pochissima distanza dal recupero, sempre della di Guardia di Finanza, di 64 chili di marijuana scoperti nelle acque tremitesi a fine gennaio.

Anche in quel caso i colli contenenti stupefacente si trovavano in mare e sono stati bloccati e sequestrati. L’operazione di ieri segue quindi una serie di sequestri in materia di sostanze stupefacenti operati via mare dagli uomini della Stazione Navale di Termoli, istituita nel 2014, e, dicono dal Roan, «è l’ennesima riprova che le direttrici dei traffici illeciti, che tradizionalmente riguardavano quasi esclusivamente il basso Adriatico, oggi interessano anche l’Adriatico centrale con riferimento al tratto costiero della Regione molisana».

Questa la ragione per cui è stato potenziato il protocollo per il contrasto ai traffici illegali con l’impiego di mezzi navali, aerei e terrestri, «con l’obiettivo di assicurare una vigilanza costante del territorio marittimo e terrestre molisano con l’ausilio inoltre di mezzi aerei».

Negli ultimi anni sono stati numerosi i sequestri del Roan in mare.
Idea Arredo
Il più imponente, balzato su tutti i media nazionali, risale all’autunno del 2014 quando sono stati trovati vicino gli scogli di Termoli duemila chili di marijuana.

(Pubblicato il 24/02/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006