Planner Sposi
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Tigre Amico
 
Cronache
Ancora furti a Guglionesi: spariscono furgone e un’Audi. Arrestato ladro d’auto su Ss16
In poche settimane a Guglionesi una concentrazione inedita di furti di vetture che lascia supporre la presenza di un "basista". Dopo i colpi delle 4x4, ancora due veicoli rubati: un Ducato bianco e un’Audi, sottratta la notte scorsa sotto casa del proprietario. Intanto sempre i carabinieri hanno arrestato un ladro sulla Statale 16 che aveva rubato un furgone a San Salvo.


Bassomolise. Per anni niente, automobili lasciate “in pace” dai ladri. E poi, di colpo, una serie di furti che hanno lasciato sconcertata la popolazione di Guglionesi, centro dove i furti di auto sono stati, finora, una rarità. E invece, dopo i colpi messi a segno all’inizio di febbraio, e che hanno visto finire nel mirino di ignoti malviventi soprattutto le 4x4, altri due nuovi episodi si sono verificati negli ultimi giorni.
Prima, nel fine settimana, è sparito un furgoncino, un Ducato. Intorno alle 3 della notte un cittadino, che lo ha riconosciuto perché amico del proprietario, lo ha visto percorrere la Provinciale verso Termoli. Non ha potuto notare chi fosse al volante, ma ha riferito l’accaduto dopo che il legittimo proprietario ha presentato denuncia presso i carabinieri.

La notte scorsa invece è sparita un’Audi nel quartiere Petticeci, in via Martiri d’Ungheria. Il proprietario se n’è accorto questa mattina – 22 febbraio – quando è uscito per recarsi al lavoro e ha visto che il mezzo non era al solito posto. Anche in questo caso sono stati informati immediatamente i carabinieri della stazione locale, che peraltro sono sempre meno e mai, come in questo periodo, stanno soffrendo una crisi di organico importante, con un territorio di oltre cento chilometri quadrati che ricade nel comprensorio di Guglionesi, praticamente il più esteso del Molise.

Non è certo facile risalire ai responsabili dei furti, tanto più che a quest’ora le auto potrebbero essere state “fatte a pezzi” per il mercato clandestino dei pezzi di ricambio. Il sospetto è che a mettere a segno i furti siano bande del foggiano, dove questa pratica è materia quotidiana. Ma si sospetta anche, proprio per la “novità” rappresentata dai furti in un centro che non dispone di facili vie di fua come Guglionesi, che possa esserci una connivenza locale, un basista o comunque qualcuno che agevoli i furti stessi con “dritte” ai ladri.
Planner Sposi


Intanto sempre questa notte i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Termoli hanno arrestato una persona per furto aggravato. L’uomo, un trentaseienne già noto alle forze dell’ordine, proveniente dalla provincia di Foggia, era stato notato da una pattuglia dell’Arma mentre procedeva a forte velocità a bordo di un furgone sulla Statale 16.

Dopo un inseguimento lungo l’ arteria adriatica, i militari sono riusciti a fermare il mezzo e hanno fatto i controlli, dai quali è emerso che il veicolo era stato rubato poco prima a San Salvo. I carabinieri hanno arrestato il giovane, che stava rientrando a casa, in Puglia, con la refurtiva, e lo hanno portato negli uffici della Caserma di Termoli, mentre il furgone è stato riconsegnato al suo proprietario.

(Pubblicato il 22/02/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Chateau dAx
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006