Planner Sposi
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Cianciosi srl
 
Cronache
Terza intrusione in 9 giorni nella scuola di via Roma: il passaggio usato è sempre lo stesso
Risveglio da incubo alla scuola elementare ’Enrico D’Ovidio’ dove questa mattina, 22 febbraio, bidelli e insegnanti hanno trovato tutto a soqquadro: i malviventi hanno portato via due computer e tre macchinette fotografiche digitali svaligiando gli armadietti chiusi a chiave. Solo nove giorni fa un episodio simile e anche in quel caso i malviventi erano passati dalla palestra incustodita di via Milano. Il preside Pasquale Grassi ha denunciato l’accaduto alla polizia che si è recata sul posto per i rilievi con gli uomini della Scientifica. "Siamo foglie esposte al vento, non credo che l’Amministrazione andrà in bancarotta se installa qualche telecamera".


Campobasso. E’ la terza volta in nove giorni che i ladri entrano indisturbati nella scuola elementare di via Roma. Ed è il secondo furto che la "Enrico D’Ovidio" subisce dopo le razzie di fine estate che si verificarono, con danni ingenti e nella stessa serata anche alle medie di piazza della Repubblica.
Due computer e tre macchinette digitali nuove di zecca sono state portate via nella notte appena trascorsa. Anche questa volta i malviventi hanno utilizzato il passaggio della palestra abbandonata di via Milano collegata alla scuola tramite un piccolo corridoio che conduce a una porta a vetro sfondata già il 13 febbraio scorso per ben due volte, una di pomeriggio e l’altra nelle ore notturne. La stessa è stata devastata ancora una volta per permettere ai ladri di introdursi nel plesso.

A fare la scoperta sono stati i bidelli che prima delle 8 di mercoledì 22 febbraio hanno dato l’allarme. Agenti della polizia e uomini della Scientifica erano sul posto già intorno alle 8 e 15 per i rilievi mentre i bambini entravano nelle loro aule «rimesse in ordine alla meglio - come ha dichiarato il preside Pasquale Grassi - vista la gran confusione lasciata dai ladri».
Nell’affannosa ricerca di oggetti da sgraffignare, infatti, la scuola è stata messa a soqquadro. Gli armadietti che custodivano le apparecchiature elettroniche, infatti, sono stati scassinati.
«Siamo troppo vulnerabili - diceva solo ieri e ribadiva anche oggi a Primonumero il dirigente scolastico Grassi - in mancanza di sistemi di videosorveglianza continueremo a subire furti.
Carrozzeria Meale
Non credo che l’Amministrazione andrà in bancarotta per qualche telecamera».

Senza contare che episodi di questo genere creano anche allarme sociale tra i familiari degli studenti i quali sono comprensibilmente preoccupati per l’incolumità dei loro bambini. «E ora comprendo bene questa ansia da parte loro - ha aggiunto il preside - questi ladri sono anche molto sfrontati, ormai entrano nella scuola anche di giorno. E’ solo un caso che il 13 pomeriggio - quando sono stati avvistati dalle bidelle - non c’erano ragazzi in classe visto che qui facciamo anche attività pomeridiane».

(Pubblicato il 22/02/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Chateau dAx
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006