PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Cronache
Scuole sicure, giochi per disabili e mai più siringhe: i bambini assegnano i compiti al sindaco
E’ lunga la ‘lista dei desideri’ per rendere il capoluogo a misura di bambino. Richieste, proposte e suggerimenti esposti nella prima riunione del Consiglio comunale a loro dedicato. Il vertice dell’assise Michele Durante: "Le vostre idee saranno raccolte dai consiglieri senior e diventeranno proposte che verranno approvate dall’assemblea dei grandi di Palazzo San Giorgio così da trasformare in realtà almeno qualcuno dei vostri sogni".


Campobasso. Scuole sicure, prima di tutto. E poi aree verdi in cui giocare, senza le siringhe dei tossicodipendenti a cui fare attenzione. E ancora: una città più pulita e decorosa, più a misura di disabile e dei pedoni.E’ la Campobasso che sognano i 32 piccoli esponenti del Consiglio comunale dei bambini e delle bambine che nel pomeriggio di martedì 21 febbraio si è riunito per la prima volta nella sala consiliare di Palazzo San Giorgio. Tra quegli scranni prevalgono le ‘gonnelle’: 23 le consigliere e solo 16 i colleghi maschietti. La legalità sarà il tema di questa edizione organizzata, come sempre, grazie all’impegno dell’Unicef.
Superata l’iniziale timidezza i piccoli, che frequentano le principali scuole del capoluogo molisano (Don Milani, Guerrizio, Scarano, D’Ovidio, Montini, Jovine e infine l’istituto di Mascione), assegnano i ‘compiti’ al sindaco Antonio Battista, al presidente dell’assise Michele Durante e agli assessori comunali: loro hanno ben chiara l’idea di come dovrebbe essere una città a misura di bambino. A cominciare dalla scuola.
«Come vi siete trovati a fare lezione di pomeriggio?». «Male». E’ netta ma fa altrettanto rumore la risposta che arriva al presidente del Consiglio comunale Michele Durante. A parlare è uno degli alunni della ‘Don Milani’, la primaria che solo pochi giorni fa è tornata – più o meno - alla normalità. Dopo tre mesi di doppi turni, da lunedì scorso le classi sono state ospitate tra l’Università, il liceo artistico Manzù e la ‘Petrone’.
«Sappiamo dei disagi che avete vissuto – la replica di Durante – e per questo noi stiamo lavorando con serietà per garantire scuole belle e sicure».
La lista dei desideri è lunga. «La città è sporca, i marciapiedi sono pieni di escrementi dei cani, i muri sono coperti di scritte ma sarebbe importante tenerli puliti: è come se fossero aule», l’osservazione di una consigliera junior. «In via Marche ci sono siringhe abbandonate e noi bambini non possiamo giocare», dice Claudio, uno degli alunni della ‘Guerrizio’.
I bambini dimostrano un’attenzione particolare per chi è più debole e che spesso non riceve il sostegno e i servizi necessari dagli enti preposti. Una bella lezione ai rappresentanti delle istituzioni. «Qualcuno prende in giro i bambini disabili e io vorrei che questo venisse non ci fosse più», la richiesta di Mariapia. Le fa eco una ‘collega’ della Don Milani: «Mi piacerebbe che venisse realizzato un parco giochi attrezzato per i bambini disabili». E ancora: «Non è giusto che i parcheggi per i disabili vengano occupati dalle auto ‘normali’».
Impianti sportivi adeguati è un’altra delle priorità per i piccoli. «A Mascione il campetto di calcio vicino alla scuola è chiuso – la segnalazione di Angelica – e vorrei che venisse aperto per dare la possibilità ai miei compagni di fare una partita».
E poi: «Sarebbe meglio che le auto non ‘invadessero’ le zone in cui giochiamo».
Gli alunni vorrebbero anche più sicurezza per strada e nei plessi scolastici. «Quando metterete le telecamere?», è la domanda che rivolge al sindaco un alunno della ‘Enrico D’Ovidio’. «I ladri sono entrati nella mia scuola e hanno rubato due computer». «Propongo di dipingere tutte le strisce pedonali perché sulle strade non si vedono», sottolinea un’altra bambina.
Suggerimenti e argomenti elencati dai bambini con grande senso di civico. Segno che l’importanza di questo progetto lo hanno colto a pieno.
«Questa iniziativa – riconosce il primo cittadino Antonio Battista - è diventata un punto di riferimento, ma anche uno strumento di aggregazione e di crescita. L’esperienza che vivrete in questa sala consiliare, la più importante di tutte, quella in cui si celebra e si concretizza la democrazia cittadina, la ricorderete per sempre».
Palazzo San Giorgio assicura ai piccoli l’impegno a concretizzare le richieste elaborate al termine del progetto. «Quest’anno l’Assise dei bambini e delle bambine avrà un valore in più – ha assicurato il presidente del Consiglio Michele Durante – perché le vostre idee saranno raccolte dai consiglieri senior e diventeranno proposte che verranno approvate dal Consiglio dei grandi così da trasformare in realtà almeno qualcuno dei vostri sogni». Almeno la volontà c’è.

(Pubblicato il 22/02/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006