PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Esuberi di massa al supermercato Pianeta: spiragli per i 33 lavoratori a rischio
Potrebbero salvarsi i 33 dipendenti del punto vendita Conad di contrada Colle delle Api destinati a rimanere senza lavoro a causa del calo nei guadagni registrato tra il 2012 e il 2016. Dopo un primo incontro interlocutorio a Roma tra la direzione generale dell’azienda e i sindacati, il ministero del Lavoro ha aperto sugli ammortizzatori sociali che potrebbero evitare in tutto o in parte i licenziamenti di cassiere e addetti alle vendite.


Carrozzeria Meale
Campobasso. Non è detta l’ultima parola per i 33 dipendenti del supermercato Pianeta per i quali è stata avviata la procedura di licenziamento. La soluzione per evitare di dover mandare a casa cassiere, addetti alle vendite e ausiliari del punto vendita di contrada Colle delle Api si chiama cassa integrazione per solidarietà. È notizia recente che il ministero del Lavoro avrebbe aperto sulla concessione degli ammortizzatori sociali accogliendo la proposta dei sindacati che alla riunione del 1 febbraio scorso a Roma coi vertici aziendali del Conad hanno messo sul tavolo una soluzione alternativa ai contratti di solidarietà improrogabili dopo due rinnovi da 24 mesi ciascuno.
A metà del mese, il 16 febbraio, Cgil, Cisl e Uil torneranno a battere i pugni per evitare che nei punti vendita Conad – compreso quello del capoluogo – i minori incassi registrati si traducano in licenziamenti di massa. Nel capoluogo su 117 dipendenti dovrebbero ’saltarne’ 33.


«Molise Idea (la cooperativa formata da ex dipendenti del supermercato che ora gestisce il marchio Conad) deve farci capire come intende procedere alla luce di quanto emerso nella giornata di oggi, mercoledì 8 febbraio -­ diceva ieri pomeriggio Pasquale Guarracino della Uiltucs – abbiamo notato una certa apertura dopo una iniziale reticenza e speriamo davvero che con la concessione degli ammortizzatori sociali tutti e 33 i lavoratori possano essere messi al riparo».
Ad ogni modo si tratterebbe di una soluzione tampone: la cassa integrazione per solidarietà, infatti, durerebbe solamente altri 15 mesi. Un tempo troppo breve, forse, per recuperare quel 25 per cento di guadagni persi – questo sostiene il supermercato – tra il 2012 e il 2016.

Nella lettera spedita il 4 gennaio scorso dalla società Molise Idea a sindacati, direzione territoriale del lavoro e Provincia di Campobasso per annunciare il taglio al personale si parla chiaramente di introiti in calo provocati dal gran numero di supermercati a basso costo aperti a Campobasso negli ultimi anni, da acquirenti che consumano sempre meno e sono orientati verso il prodotto in promozione e dai prezzi degli alimentari ribassati. Tra le previsioni pessime per il 2017 e una totale assenza di colpa da parte dell’azienda (che si è autoesclusa da ogni tipo di responsabilità gestionale) il destino dei 33 dipendenti in esubero sembrava segnato.
«Ma con questa apertura agli ammortizzatori sociali le cose potrebbero cambiare, siamo fiduciosi» ha concluso Pasquale Guarracino.


(AD)

(Pubblicato il 09/02/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006