PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Tigre Amico
 
Asta in Tribunale
Zuccherificio, beni venduti a una ditta del nord. Cancellata la storica scritta della fabbrica
Battuti all’asta i beni mobili dello Zuccherificio del Molise. Sono state tre le ditte (due italiane e una straniera) che hanno risposto all’avviso di vendita. Dall’importo iniziale di 680mila euro e dopo i successivi rilanci impianti, attrezzature e altro sono stati venduti a circa un milione e cinquecentomila euro. Aggiudicataria una ditta del Nord Italia. Ulteriori dettagli si conosceranno nelle prossime ore. Intanto, in mattinata è stata coperta dalla vernice bianca la scritta ‘Zuccherificio del Molise’ tra l’amarezza di chi ha lavorato per una vita nello stabilimento.


Termoli. C’era grande attesa questa mattina, 8 febbraio, al Tribunale di Larino e – di riflesso – nel piazzale dello Zuccherificio dove gli ex lavoratori sono da mesi riuniti in presidio. Dopo tredici tentativi andati deserti e dopo il cambio di «strategia» di vendita sono arrivate delle buste contenenti l’offerta per l’acquisto dei soli «beni mobili» dello stabilimento. Impianti, macchinari e altre attrezzature salvo le eccezioni contenute nell’avviso ufficiale con un importo a base d’asta di 680mila euro.

Sono state tre le buste arrivate e aperte secondo quanto stabilito dalle procedure giudiziarie. Due offerte sarebbero pervenute da ditte italiane e una da una società straniera. Stando a quanto emerso i beni sono stati aggiudicati a una società del nord Italia, sembra della zona di Verona, ma non ancora si conoscono i dettagli. Rispetto all’importo iniziale e, con i successivi rilanci, l’importo di aggiudicazione ha superato il milione e cinquecentomila euro. Questo il verdetto dell’asta.

Nelle prossime ore si conosceranno i dettagli di una vendita che segna, in sostanza, una «svolta» nella storia dello Zuccherificio del Molise, interessato da procedure di fallimento. Nessuno aveva risposto ai tentativi di vendita che si sono succeduti nel tempo quando all’asta era finito, in sostanza, l’intero stabilimento. Questa volta, invece, sono stati venduti soli beni mobili e tale strategia ha convinto i soggetti interessati alle offerte, tanto che l’importo iniziale di 680mila euro è lievitato fino a un milione e cinquecentomila euro.

In attesa di capire le intenzioni della ditta che si è aggiudicata l’asta questa mattina in tanti hanno notato una novità che, simbolicamente, ha destato molta amarezza, in particolare tra gli ex lavoratori riuniti in presidio.
Per ragioni interne la scritta ‘Zuccherificio del Molise’ è stata «cancellata» dal silos che rappresenta il simbolo dello stabilimento saccarifero
. Una ditta specializzata ha ricoperto di vernice bianca la facciata del fabbricato e, in poche ore, la scritta è sparita. «Un simbolo della storia del Basso Molise» commentano dal piazzale in attesa di capire cosa succederà rispetto a una storia iniziata nel lontano 1968.

(Pubblicato il 08/02/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006