PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Cronache
Frana di Rio Vivo, 20mila euro per evitare pericoli. Famiglie evacuate, rientro a giorni
I proprietari non si fanno vivi: sarà il Comune a fare i lavori di messa in sicurezza del costone franato il 20 gennaio scorso a Rio Vivo. Venerdì 10 febbraio dovrebbe essere il giorno buono per avviare le operazioni. Prima verrà rimossa la terra, poi saranno fatti scivolare giù i grossi massi all’apice del costone. All’inizio della prossima settimana si prevede il rientro a casa delle famiglie sfollate.


Planner Sposi
Termoli. Dovrebbero iniziare venerdì 10 febbraio i lavori di sistemazione del costone di Rio vivo franato nella notte fra il 19 e il 20 gennaio scorsi in seguito alle forti piogge durate oltre 48 ore. Il Comune ha stilato un crono programma per dare avvio alle operazioni e in queste ore dovrebbe conferire l’incarico a una ditta della zona reclutata con una procedura d’urgenza. I lavori dovrebbero durare dieci giorni e avranno un costo non da poco: 20mila euro che verranno sborsati dal Comune per poi dare avvio alle procedure di recupero coattivo delle somme.

Infatti i proprietari del terreno franato non hanno comunicato alcunché al Comune, facendo decorrere i dieci giorni dell’ordinanza del sindaco Angelo Sbrocca. Dieci giorni in realtà trascorsi da un pezzo, visto che l’ordinanza era stata emanata il 20 gennaio. Il Comune ha preso tempo in attesa delle relazioni del geologo e dell’architetto che hanno effettuato dei sopralluoghi prima di decidere che tipo di intervento mettere in atto.

E’ stato stabilito che per prima cosa verrà rimossa la terra venuta giù dal costone fino al civico 272 di via Rio vivo, danneggiando parzialmente l’abitazione al piano di sotto dei signori Mennella. La rimozione con una ruspa dovrebbe durare due giorni, così da permettere alle tre famiglie evacuate di rientrare finalmente nelle rispettive abitazioni, dopo oltre tre settimane in strutture ricettive della città.
Se tutto andrà secondo le previsioni infatti, il sindaco Angelo Sbrocca potrebbe revocare l’ordinanza di sgombero già lunedì o comunque all’inizio della prossima settimana.
Idea Arredo


I lavori però proseguiranno, visto che il geologo Vito Plescia ha infatti indicato l’esigenza di rimuovere anche i grossi massi che si trovano all’apice del costone e che rischiano di crollare in caso di ulteriori forti piogge. Verrà effettuata una spicconatura con scivolamento dei messi verso il basso, nell’area confinante dove non ci sono abitazioni. Infine una sistemazione in sicurezza dell’intero terreno. Sarà un’operazione non semplicissima e che richiederà una decina di giorni in tutto.

Il Comune ha preventivato una spesa di 20mila euro per ultimare i lavori. Una cifra che verrà sborsata dall’ente pubblico, cui poi toccherà avviare la procedura lunga e farraginosa di riscossione coatta. In pratica dovrà rivalersi economicamente sulle due anziane proprietarie del terreno, entrambi residenti a Roma.

(Pubblicato il 09/02/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006