Chateau dAx
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Zuccherifico
Zuccherificio, dopo la strada potrebbe chiudere anche il parcheggio: pendolari inferociti
La decisione di chiudere l’accesso stradale dal lato Portocannone ha creato non pochi disagi ai pendolari che ogni giorno si recano a Campobasso. «La sera, al ritorno, siamo costretti a fare diversi chilometri in più con il rischio di incappare anche in qualche incidente per via della stanchezza e delle pessime condizioni stradali» si sfogano i lavoratori. Inoltre sarebbe in programma anche la chiusura del parcheggio auto dello Zuccherificio con la conseguente cancellazione della fermata. «Se dovessero chiudere anche il parcheggio saremmo costretti ad andare a Guglionesi o a Termoli. A chi conviene creare tutti questi disagi?», l’amaro commento dei pendolari.


di Alessandro Corroppoli

. Chiusa una decina di giorni fa l’entrata dello Zuccherificio del Molise dal lato proveniente da Portocannone. Si tratta dell’accesso usato dai camionisti, durante la campagna stagionale saccarifera, sul piazzale retrostante lo stabilimento, dove attendevano il loro turno per scaricare le barbabietole. Una strada utilizzata sia dagli operai della fabbrica che dai tanti pendolari, provenienti da Portocannone, Campomarino e San Martino in Pensilis, che ogni mattina per motivi di studio o di lavoro si recano nel capoluogo di Regione. Un accesso, non va dimenticato, che veniva utilizzato anche dalla linee del trasporto extraurbano. Resta invece attivo l’ingresso principale dell’azienda dalla Statale 87, all’altezza del casello ferroviario.

Un divieto d’accesso che costringe i pendolari a dover fare un tratto di strada più lungo e pericoloso per poter tornare a casa. Le opzioni in teoria son tre. La prima è quella di immettersi sulla Statale e percorrerla per circa un paio di chilometri prima di fare inversione di marcia lungo lo svincolo della statale all’altezza del centro commerciale San Nicola. Ma qui l’entrata avviene sulla corsia di sorpasso con grave rischio di incidente. I lavori di costruzione della bretella per l’inversione di marcia vennero fatti in occasione dell’apertura del centro commerciale. La seconda opzione comporta l’entrata nel Nucleo industriale, il vialone principale e poi la strada che costeggia il retro della centrale turbogas. Strada che già prima delle piogge torrenziali delle ultime settimane era una vera gruviera e che nessuno, tranne rare eccezioni, percorre. Infine, terza opzione: entrare sempre nel Nucleo industriale, districarsi tra la scarsa segnaletica stradale e indovinare l’uscita giusta, quella che va in direzione Campobasso, tornare indietro sino allo svincolo direzione Portocannone in coincidenza con il casello ferroviario. Anche questo tratta di strada è stato interessato da diversi e gravi incidenti. «Ogni giorno, ormai, siamo costretti a fare diversi chilometri in più per tornare a casa con il rischio di commettere qualche infrazione e di subire un incidente per via della stanchezza e della cattiva condizione stradale», è lo sfogo amaro dei pendolari.

Purtroppo, a quanto pare, questa "chiusura" potrebbe non essere l’unica in programma dal curatore fallimentare, la dottoressa Mirella Mileti.
Infatti, stando ad alcune indiscrezioni, nelle intenzioni della Mileti ci sarebbe anche la chiusura del parcheggio auto, di proprietà dello Zuccherificio, nei pressi della stazione ferroviaria.
Questo perchè, sempre secondo le intenzioni del curatore fallimentare, le intere proprietà dello stabilimento devono essere tutelate e salvaguardate da ogni pericolo. Quindi, se oltre alla chiusura dell’accesso stradale dovesse esserci anche quello relativo al parcheggio, i pendolari diretti a Campobasso in autobus sarebbero costretti a lasciare le auto nel piazzale davanti la stazione ferroviaria, con il rischio di trovare una bella multa da parte della polizia ferroviaria.

Così facendo, in pratica, si andrebbe a cancellare in maniera definitiva una fermata storica della linea Termoli - Campobasso. E, contemporaneamente andrebbero persi anche le centinaia di migliaia di euro spesi dalla Regione per costruire il cavalcavia pedonale. «A chi giova creare tutti questi disagi? - continuano i pendolari - Se chiude il parcheggio saremmo costretti a recarci o alla fermata a Guglionesi oppure andare direttamente a Termoli».

(Pubblicato il 07/02/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006