PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Spazio Relax
 
Primo Premio
Gli alunni diventano maestri per combattere i bulli in strada e sul web. "Insegneranno il rispetto"
La scuola di Sant’Elia a Pianisi ha vinto il concorso del Ministero dell’Istruzione su bullismo e cyberbullismo. Gli alunni delle scuole medie dei tre plessi di Sant’Elia, Pietracatella e Tufara hanno infatti ottenuto il quinto posto a livello nazionale e diventeranno promotori di un progetto che vedrà coinvolte tutte le scuole del Molise. «Gli studenti, con gli insegnanti e i genitori - racconta la preside Patrizia Ancora - seguiranno un corso di formazione con gli esperti dell’Unimol e impareranno come dovranno insegnare agli altri a difendersi e a combattere il bullismo nelle scuole e in ogni altro luogo. Durerà 9 mesi, ma vogliamo lavorare per renderlo un progetto presente ogni anno negli istituti».


di Elena Berchicci

Idea Arredo
Sant’elia A Pianisi. Alunni, docenti e insegnanti a lezione per diventare educatori, insegnare il rispetto e vincere contro il bullismo. Quello fisico, messo in atto dalla prepotenza di pochi nelle scuole, nascosti nei bagni e negli angoli più lontani, nelle palestre e anche nelle piazze. Quello online, che passa per gli smartphone, tra le mani di ragazzini poco più che adolescenti, e sui social network dove tutto viaggia a velocità troppo rapida e bloccarlo diventa impossibile. E anche quello psicologico, attraverso parole forti, anche troppo adulte per dei ragazzini. Per questo la scuola di Sant’Elia a Pianisi, a pochi chilometri da Campobasso, ha partecipato al bando del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la prevenzione dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo. E quel bando l’istituto lo ha vinto con un progetto presentato a ottobre, risultando al quinto posto nella classifica nazionale tra le centinaia di proposte arrivate, e primo invece in quella regionale, divenendo l’unica scuola in Molise come polo didattico di riferimento.


L’istituto Omnicomprensivo di Sant’Elia a Pianisi ha presentato il progetto dal titolo “Bulli tra reale e virtuale:il ruolo dei pari come elemento di trasformazione”, per i tre plessi delle scuole media di Sant’Elia appunto, Pietracatella e Tufara, ovvero le scuole che fanno capo ad un unico istituto. «Saranno soprattutto i ragazzi che frequentano la seconda media durante questo anno scolastico ad essere i maggiori protagonisti del progetto – ha affermato la preside Patrizia Ancora – avrà la durata di nove mesi, per questo continuerà anche il prossimo anno, ma il nostro intento – ha sottolineato la dirigente scolastica –sarà di renderlo un appuntamento costante per tutte le scuole della regione tutti gli anni, in modo tale da educare tutti gli alunni alla lotta contro il bullismo».


I ragazzi, selezionati nelle diverse classi, saranno formati da un gruppo di docenti dell’Unimol, che ha collaborato in forma di partenariato all’iniziativa della scuola. Con loro saranno scelti anche docenti delle tre scuole e i genitori, questi formeranno insieme agli educatori un comitato scolastico contro ogni forma di violenza. Chi verrà selezionato seguirà una serie di corsi utili a comprendere il modo con cui affrontare il tema, affrontare poi il problema e superarlo, oltre che imparare ad usare i nuovi media, con attenzione e responsabilità. «Anche la disinformazione e il pregiudizio si nascondono dietro a episodi di devianza giovanile che talvolta hanno esito in più strutturate azioni di bullismo – aggiunge la preside - E allora diventa fondamentale formare e informare i ragazzi, ma anche genitori e docenti. Ancora più importante è puntare sui pari come elementi fondamentali di trasformazione del “reale” e del “virtuale”».


Gli altri partner che prenderanno parte alle attività saranno l’Università degli studi del Molise con la cattedra di sociologia della devianza del professor Davide Barba, Edi Onlus - Educazione ai Diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza, polo di eccellenza nella formazione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, struttura che collabora con enti pubblici, istituzioni scientifiche ed associazioni, tra le quali "Save the Children" e alcuni ambiti territoriali sociali della Regione Molise.
Carrozzeria Meale


Nei prossimi giorni, e precisamente martedì 7 febbraio, una rappresentanza di alunni e docenti dell’Istituto Comprensivo di Sant’Elia a Pianisi, parteciperà alla giornata mondiale della sicurezza in rete “Safer Internet Day” e alla prima giornata nazionale contro il bullismo che si terranno a Roma. La giornata sarà l’occasione per coinvolgere gli studenti nelle diverse attività di sensibilizzazione e informazione in tema di prevenzione e contrasto del bullismo.

Intanto a scuola i ragazzi cominceranno a lavorare al progetto, il cui responsabile e coordinatore è l’insegnante Gianluca Tramontano, per realizzare documenti, video e altri contributi multimediali con cui poi educare i loro coetanei al rispetto di tutti e in ogni ambiente.

(Pubblicato il 31/01/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006