PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Cronache
L’omaggio del Molise a Franco Baresi: applausi e retroscena di un super pomeriggio
Il grande campione del Milan e della nazionale italiana accolto dai molisani con calore e affetto. Ecco i momenti salienti e i retroscena della sua giornata sportiva tra Monteverde di Bojano, dove ha salutato dirigenti, tecnici e ragazzi del Circolo La Nebbia, scuola calcio affiliata al Milan, e il teatro Savoia che lo ha visto grande protagonista della Giornata dello Sport della Regione Molise. Trentadue anni dopo averlo affrontato in Campobasso-Milan in serie B, l’assessore Parpiglia gli ha consegnato l’Ercole Sannita, simbolo dello Sport molisano.


di Maurizio Cavaliere

Campobasso. Un campionissimo dello sport si accoglie con l’abito della festa. Se poi arriva una leggenda mondiale come Franco Baresi finisce che una regione intera si mobilita per fare bella figura. E il risultato è notevole perché alla liturgia del momento partecipano scuole, istituzioni, sportivi e giovani. Praticamente tutti.

Prova di forza per il Circolo La Nebbia, società matesina di calcio giovanile, affiliata al Milan e per l’assessorato allo Sport del consigliere delegato Carmelo Parpiglia che, per il quarto anno di fila, premia con la Giornata dello Sport il talento sportivo dei giovani molisani segnalati da ciascuna Federazione.

Il Circolo matesino, che si allena sui vecchi campi del Borgo Molisano, ha il merito di aver invitato il grande campione, testimonial del progetto per allenatori Milan Academy. Il Presidente Nicola Dell’Omo è riuscito nell’intento di ’associare’ il suo vivaio al Milan. Risultato importante che certifica l’ottimo lavoro svolto per la crescita dei giovani calciatori che scalpitano sulle sponde del Biferno. È stato lo stesso Dell’Omo ad accogliere Baresi all’aeroporto di Capo di Chino e a portarlo sui campi di Monteverde di Bojano. Qui parte la giornata molisana della bandiera del Milan. Innanzitutto il pranzo informale con tutti i tecnici e dirigenti del sodalizio biancorosso. Prodotti tipici molisani, affettati e bocconcini in quantità, per antipasto, poi penne con salsiccia e tartufo e un caffè buttato giù tra un selfie e l’altro. A tavola ci siamo anche noi e carpiamo dal silenzioso Baresi che lui del Molise ha un ricordo preciso visto che a Campobasso ha giocato due volte, la prima quasi 35 anni fa: Campobasso-Milan 0-2 in serie B al Vecchio Romagnoli contro Parpiglia, Scorrano e gli altri lupi. La seconda partita è datata 30 agosto 1988, match di Coppa Italia a Selva Piana. Vince il Milan 3-1 con doppietta di Gullit e acuto di Mannari. Ricordi lontani ma ancora presenti nella testa di Baresi che nel frattempo si è alzato da tavola e dispensa autografi come lanci sulla trequarti avversaria.

L’abbraccio dei giovani della scuola calcio all’interno della palestra sancisce la seconda tappa di Baresi alle pendici del Matese. Qualche consiglio ai ragazzi, il saluto ai genitori presenti e poi a bordo campo per assistere agli allenamenti.

Nel video in basso le foto e i riflessi filmati che testimoniano questa e altre fasi del lungo pomeriggio dell’ex libero rossonero in Molise, come quelle vissute al teatro Savoia di Campobasso dove Baresi è stato l’ospite top della Giornata dello Sport della Regione Molise organizzata dall’assessorato allo Sport con a capo il consigliere regionale delegato Carmelo Parpiglia.

Teatro traboccante d’entusiasmo per il campione del mondo di Spagna 82 e vice campione dodici anni dopo negli Stati Uniti.
Planner Sposi
Scontata l’ovazione quando Pippo Venditti lo accoglie sul palco. Emozionante il momento in cui Parpiglia gli consegna l’Ercole Sannita, simbolo dello Sport molisano. Baresi risponde al fuoco di fila di domande sul palco e in sala stampa con i giornalisti. Firma magliette ai fortunati che si sono intrufolati nella pancia del teatro. Poi, scendendo le scale verso l’uscita posteriore del Savoia, s’imbatte nel coro polifonico Jubilate. Un selfie con un gruppo di coristi, una simpatica battuta sui colori dei loro abiti (nero e azzurro) a lui poco congeniali e via di corsa fuori dal teatro perché l’aereo a Napoli partirà fra due ore e mezzo. È in questo preciso momento, mentre infila la giacca, che il plurititolato campione viene investito dal calore dei ragazzi della scuola calcio I Sanniti che gli intonano il più solenne dei cori da cantare a una vera ’bandiera’: "Un capitano, c’è solo un capitano, un capitaaaano...". Quindi I Sanniti salutano il campione che tra le mani stringe l’Ercole Sannita in bronzo. Tutto era cominciato cinque ore prima in pieno Sannio, a Monteverde di Bojano... il cerchio si chiude. Non ci resta che stringergli la mano e salutarlo: "Alla prossima, capitano. Complimenti e arrivederci in Molise. Pardon, nel Sannio.

(Pubblicato il 28/01/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006