PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Spazio Relax
 
Politica
Firme e richieste di incontri per fermare il progetto: No Tunnel, battaglia a oltranza
Il nuovo comitato referendario "No Tunnel" accusa l’Amministrazione comunale di «usare un escamotage infilando la variante al Piano regolatore generale nella conferenza di servizi per l’approvazione del tunnel». Chiesti incontri ufficiali a Sindaco e responsabile unico del procedimento del progetto di riqualificazione. Intanto prosegue la raccolta firme, finora 300 cittadini hanno aderito.


Termoli. Il nuovo comitato referendario ha un nome che dice tutto: “No Tunnel”. L’obiettivo prefissato è palese e la voglia di lottare non viene meno, nonostante i tentativi finora falliti e l’assenza totale di dialogo con l’Amministrazione comunale. Oggi, in un incontro pubblico tenuto al piano terra del municipio, gli esponenti principali del comitato hanno ribadito che non si arrenderanno, chiedendo risposte alla precedente petizione popolare da tremila firme della scorsa primavera.

Ma non è stata l’unica richiesta presentata oggi: il presidente Nino Barone ha protocollato una richiesta di incontro con l’architetto Livio Mandrile, responsabile unico del procedimento del progetto di riqualificazione del centro cittadino, quindi tunnel, parcheggio sotterraneo e altre modifiche. Protocollata anche la richiesta di partecipazione alla conferenza di servizi nella quale gli enti preposti dovranno autorizzare o bloccare il procedimento. Infine, una richiesta di incontro è stata inoltrata anche al sindaco Angelo Sbrocca, al fine di organizzare degli incontri divulgativi al Macte, proprio la sede del Dibattito pubblico sull’opera.

«Vogliamo conoscere l’iter e partecipare» ha spiegato il presidente di “No Tunnel”, Nino Barone. Giulio Botteri, attivista del Movimento Cinque Stelle e uno dei promotori del comitato, è stato più duro nei confronti dell’Amministrazione comunale. «È grave la disattenzione con la quale il Comune tratta i cittadini che hanno firmato una petizione per bloccare l’iter. L’abbiamo presentata il 29 aprile scorso, per legge dovevano volerci solo cinque giorni affinché arrivasse al sindaco, alla presidente del consiglio comunale e al presidente della Prima commissione. Invece sono passati 8 mesi e 27 giorni».

Botteri ha anche sottolineato un altro aspetto che a suo dire è molto importante nell’iter. «Il Comune vuole superare la variante al Prg con un escamotage, infilandola nella conferenza di servizi. Per legge però la variante è suscettibile di osservazioni dei cittadini che devono avere un mese per presentarle e il consiglio comunale deve discuterle tutte.
È uniter lungo che questa Amministrazione non si può permettere, mentre ha avuto due anni di vacanza democratica». Due anni nei quali sta andando avanti la battaglia anti tunnel senza un vero dialogo. «Il Dibattito pubblico? Un giocattolo, ci sono strumenti legali e normativi nei quali il cittadino può essere presente».

Prosegue intanto la raccolta firme per presentare una nuova richiesta di referendum. Dall’inizio di gennaio a oggi sono 300 le persone che hanno aderito. Il minimo per chiedere la consultazione referendaria è 100. «Ma proseguiremo con dei banchetti sul Corso nel mese di febbraio» ha fatto sapere Pierluigi Caruso. Già domani 28 gennaio ce ne sarà uno dalle 17 alle 20 in piazza Monumento. Si tratta di una raccolta che nulla a che vedere e che ha normativa differente da quella petizione della scorsa primavera, quando in meno di due mesi vennero raccolte tremila firme. Nel caso di richiesta di referendum c’è infatti bisogno dell’autenticazione di almeno un consigliere comunale. «Ci aspettiamo l’appoggio di tutti loro, minoranza e maggioranza». (sdl)

(Pubblicato il 27/01/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006