PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Cronache
Scomparso da un mese, il figlio: "Noi dimenticati, hanno sospeso le ricerche senza dirci nulla"
Ennesimo appello per Giuseppe Tirabasso, l’81enne campobassano di cui non si hanno più notizie dal 23 dicembre scorso. La famiglia vive in un limbo da allora, il figlio Donatello chiede che le ricerche per suo padre riprendano al più presto: "Capisco che con la neve abbiano dovuto sospenderle ma ora perché non lo stanno più cercando? Dobbiamo aspettare che qualche contadino ritrovi il cadavere di mio padre in estate? La verità è che ci hanno già dimenticato".


di Assunta Domeneghetti

Campobasso. Era il 23 dicembre del 2016 quando Giuseppe Tirabasso, ex professore in pensione di Campobasso, si è allontanato per una passeggiata dalla casa di suo figlio, a Oratino, senza fare più ritorno. A un mese esatto dal suo allontanamento per la famiglia continuano a essere ore di angoscia terribili. Non sapere che fine ha fatto l’anziano, non poter neppure portare un fiore sulla sua tomba, rende molto doloroso il passare delle settimane. In città si continua a parlare di questa scomparsa, tutti si interrogano e il disorientamento è piuttosto generalizzato.
Ma c’è anche una certa dose di rabbia perché da quando ha iniziato a nevicare, era il 5 gennaio, Tirabasso non lo stanno più cercando. «E noi ci sentiamo dimenticati», dice oggi Donatello, il figlio dell’uomo di 81anni sparito nel nulla da quel mite primo pomeriggio dicembrino.

Donatello, come si sente prima di tutto?
«E come vuole che stia, siamo sempre preoccupati a un mese dalla scomparsa di mio padre non c’è neppure ancora il corpo…»

Pare di capire che le speranze di ritrovarlo vivo siano, anche per voi, ridotte al lumicino…
«Guardi, io lavoro in ospedale, bisogna essere realisti, se fosse da qualche parte ce lo avrebbero segnalato. Ovviamente io e la mia famiglia non ci arrenderemo fino a quando non sapremo dove si trova».

E’ arrabbiato?
«Un po’ sì non lo nego. Insomma, capisco che la neve abbia costretto i soccorritori a fermare le ricerche ma ora perché non ricominciano a cercarlo? Dobbiamo aspettare che lo trovi qualche contadino in estate mentre ara col suo trattore? E se quel giorno avesse trovato un passaggio e l’area in cui lo hanno cercato fosse un’altra non ancora battuta? E se i cinghiali avessero trovato il corpo di mio padre? Ma capisce che momenti terribili sono questi per noi?».


Certo, è comprensibile. L’ultima comunicazione con la Prefettura a quando risale?
«L’ultima volta è stato uno o due giorni prima della bufera, ci hanno detto che avrebbero intensificato le ricerche in vista dell’allerta meteorologica, poi più nulla. Pensi non ci hanno detto neppure che avevano sospeso le ricerche. Di fatto ad oggi non lo stanno cercando e se andiamo a vedere le ricerche sono durate poco più di dieci giorni».


Giuseppe Tirabasso, lo ricordiamo, ha 81 anni, è alto 1.70 cm e pesa circa 60 chili. Ha occhi castani, capelli bianchi e al momento della scomparsa indossava un cappello nero (tipo borsalino), giubbotto impermeabile marrone scuro, abito scuro gessato con giacca e cravatta, maglioncino grigio, camicia rosa, scarpe scure. Ha due fedi al dito e un porro sul lato sinistro del mento.

(Pubblicato il 23/01/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006