PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Cronache
Strade a pezzi, pioggia e neve fanno franare le Provinciali: "Se peggiora si rischia un dramma"
Le strade interne del Molise si stanno frantumando sotto la pioggia di queste ore e la neve che si scioglie, assieme all’incuria che da anni ha provocato decine di frane. La situazione più grave sulla sp 163 fra Castelmauro e Civitacampomarano, dove un cartello di divieto cerca di respingere gli automobilisti ma qualcuno passa. «Si rischia di essere travolti da una colata» afferma il sindaco civitese Paolo Manuele, il cui paese sconta anche un altro smottamento sull’arteria verso Lucito. Chiesto un tavolo con Regione, Provincia e Prefettura. «Serve uno sforzo straordinario». Anche sulla Castellelce si rischia grosso. Il primo cittadino di Tavenna: «Non percorretela».


Carrozzeria Meale
Dopo le nevicate, la fitta pioggia. E adesso l’emergenza maggiore rischiano di essere le strade disastrate del Molise interno. Civitacampomarino è uno dei paesi più colpiti, quasi isolato da smottamenti che uno dopo l’altro si stanno riattivando mettendo a rischia la percorrenza delle principali arterie. Le sp 163 che collega il piccolo paese dal sontuoso castello con Castelmauro è un colabrodo. L’accesso è ostruito da un segnale di divieto ma più di qualcuno se ne infischia e passa lo stesso, anche perché un’ordinanza non c’è.

«Ma bisogna intervenire presto, con uno sforzo straordinario. Se no si rischia un incidente». È il sindaco di Civitacampomarano, Paolo Manuele, a segnalare quanto sia pericoloso in queste ore avventurarsi sulla provinciale 163. «È la solita frana che si riattiva – commenta il primo cittadino di Castelmauro, Angelo Sticca -. È stato sistemato un segnale ma si passa. Domattina avremo un sopralluogo coi responsabili della Provincia».

I sindaci vorrebbero chiuderla, ma sanno che le conseguenze potrebbero essere devastanti. «A Castelmauro c’è la postazione del 118 che serve anche il mio paese e Castelbottaccio – aggiunge Manuele -. Per ora è necessario garantire l’ordinaria viabilità». Ma la situazione è talmente grave che ieri gli autobus di linea non sono riusciti a passare.

Manuele e Sticca intanto hanno scritto a Regione, Provincia e Prefettura per chiedere un intervento urgente, specie nell’area più colpita, all’altezza dell’ex discarica di Castelmauro. «Una semplice rimozione dei detriti non basta. Bisogna fare dei lavori significativi di consolidamento dei costoni». E dire che per quella strada la Regione ha stanziato 2 milioni di euro. Lavori previsti a breve, forse in primavera. «Ma chissà se basteranno quei soldi. Per la strada sì, ma per il consolidamento sembra poco. Serve uno sforzo straordinario anche dello Stato» sintetizza il primo cittadino civitese. La preoccupazione maggiore però è per queste cose. «Non devono accadere incidenti, sarebbe un dramma. Rischiamo di rimanere isolati, è vero, ma dobbiamo anche scongiurare il pericolo che qualcuno venga travolto da una colata».


Per lui c’è anche un’altra preoccupazione, vale a dire il tratto di strada che dal suo paese conduce a Lucito. «Ci sono due tratti particolarmente critici, tre giorni fa è intervenuta la Provincia perché da un versante venivano giù dei detriti in piena curva». E se da quelle parti si guarda al cielo chiedendo una tregua, preghiera simile arriva dalla zona di Acquaviva Collecroce, San Felice del Molise, Palata e Tavenna. «Si sconsiglia l’uso della fondovalle Castellelce in quanto si rischia di rimanere impantanati» ha scritto oggi il sindaco tavennese Simone Spadanuda su Facebook.

Corrado Zara, giovane fascia tricolore di San Felice, spiega che «la strada è già chiusa al transito da tempo, tuttavia c’è ancora qualcuno che passa abusivamente. Lo fanno perché da Larino si accorcia molto. Ma il vallone del Castellelce è esondato nelle scorse ore». Quindi un rischio enorme. E anche da qui, in attesa dell’intervento da due milioni di euro, c’è la consapevolezza che potrebbero non bastare quei soldi. «Per le strade va bene, ma servono interventi anche sul torrente».

(Pubblicato il 18/01/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006