Chateau dAx
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Cronache
Guerra tra Comune e animalisti: centralino ricoperto di insulti. "Ma i cani stanno bene"
Da giorni i telefoni del Municipio vengono sommersi di telefonate da tutta Italia per una presunta cattiva gestione del canile comunale durante l’emergenza neve. Video, foto e appelli pubblicati in rete documenterebbero uno scandalo che per Palazzo San Giorgio non c’è mai stato neppure nei momenti peggiori dell’allerta meteo. Scorte di cibo sono state lasciate davanti la struttura "ma non ce n’è bisogno, croccantini e scatolette abbondano. Gli ospiti stanno tutti bene e mai sono stati abbandonati da questa Amministrazione che è sensibile al problema e ha liberato gli ingressi durante la tormenta con sei operai, una turbina spazzaneve e l’aiuto dei volontari. Purtroppo tra loro c’è qualcuno che vuole speculare e rovinare l’immagine del Comune. Stiamo valutando un intervento della polizia postale per fermarli" ha spiegato l’assessora alle Politiche sociali Alessandra Salvatore.


di Assunta Domeneghetti

Una volontaria dell’Enpa, in alto l’assessora Salvatore e in homepage il canile di Santo Stefano ieri mattina
Campobasso. Sono arrivate email e telefonate piene zeppe di minacce e ingiurie contro il Comune di Campobasso per la gestione dell’emergenza neve al canile della frazione di Santo Stefano. La guerra tra il Municipio e gli animalisti corre sui social network. E corre veloce, talmente tanto da scomodare persino il Senato della Repubblica, i veterinari di Milano e una miriade di associazioni animaliste indignate dopo aver letto post e visto foto e video pubblicate su facebook nei giorni peggiori dell’allerta meteo che ha messo ko l’intera città.
Le difficoltà, inevitabili, si sono registrate anche nel canile comunale rimasto senza soccorsi per un paio di giorni a causa delle difficoltà a raggiungere la struttura che si trova su una collinetta molto scoperta nella frazione di Santo Stefano.
Il 5 gennaio è stato il primo giorno di neve, il 6 una giornata già critica per Campobasso con i mezzi straimpegnati sulla città. «Il tempo materiale di organizzarci e il giorno seguente, cioè il 7, abbiamo raggiunto il canile con sei operatori, una turbina e alcuni volontari che ringraziamo perché hanno contribuito a spalare la neve nei box e liberare gli ingressi» spiega l’assessora alle Politiche sociali, Alessandra Salvatore.

Il video nella bufera e gli appelli per cibo e coperte circolati in rete hanno prodotto un effetto domino dalle conseguenze disastrose per l’immagine del Comune che ora sta valutando anche una denuncia alla polizia postale.
«Questa amministrazione non è affatto insensibile ai cani, il sindaco ha firmato una ordinanza anti botti a Natale e Capodanno per la tutela e il benessere degli animali, abbiamo presentato un progetto per la riqualificazione del canile comunale, quest’anno avvieremo una campagna adozioni dando dei buoni da spendere in cure veterinarie a chi prende un cane dalla nostra struttura. Il centralino di Palazzo San Giorgio è stato sommerso di chiamate, tante persone, sono convinta, erano anche in buona fede ma tante volevano solo attaccarci e metterci in cattiva luce quando invece il canile è stato raggiunto dall’Amministrazione e nessun dei 260 ospiti, tra l’altro parliamo di cani molto anziani, è stato ritrovato morto».
Ulteriori difficoltà hanno creato anche gli appelli per il cibo: «Se c’è una cosa che non scarseggia sono proprio scatolame e croccantini, la Gener Service (la ditta che si è aggiudicata l’appalto per la gestione del canile, ndr) segnala sempre, assieme ai volontari e al servizio veterinario eventuali carenze».
Eppure le scorte sono arrivate ugualmente «ma i depositi – spiegano dal Municipio sono pieni quindi è inutile presentarsi al canile con i rifornimenti perché non è possibile scaricare alcunché. Ringraziamo il lavoro prezioso dei volontari che si sono mobilitati solo in occasione della nevicata, ma prendiamo atto che tra loro ce n’è qualcuno che continua a diffondere notizie prive di fondamento ed immagini che mirano a fare irresponsabile sensazionalismo creando come unico effetto il discredito del lavoro degli operatori e la mobilitazione di tanti attivisti da tutta Italia che, in buona fede, si presentano all’improvviso in canile (dove peraltro non è più possibile scaricare alcunché) con materiale di cui il canile non necessita.
Idea Arredo
I volontari, anche quelli che sono in buona fede, sono diffidati dal continuare con simili condotte. Gli stessi scavalcando il Comune di Campobasso con cui dovrebbero coordinarsi, preferiscono interfacciarsi con associazioni animaliste di fuori regione che, non conoscendo le reali condizioni in cui sono ospitati i cani nella struttura di Santo Stefano, continuano a subissare di telefonate il centralino del Comune di Campobasso, della Questura e dei Vigili del Fuoco, arrivando a minacciare il personale e l’amministrazione di Palazzo San Giorgio. Comportamenti questi che non sono di aiuto alla gestione dell’emergenza neve in canile ma che creano soltanto disservizi all’intera macchina degli aiuti in città».

L’unica associazione che si è coordinata con il Comune è stata la sezione provinciale dell’Enpa la quale, anche dalla sua pagina facebook, pur documentando le difficoltà riscontrate non ha mai attaccato l’Amministrazione: «Ci hanno chiesto di cosa avevamo bisogno e se potevano consegnare delle cucce nuove, abbiamo detto sì, quello è materiale utile come del resto lo è stato la manodopera fornita nei giorni peggiori di questa emergenza che, ripeto, come Comune abbiamo affrontato tanto che oggi la situazione sta lentamente tornando alla normalità».
Esattamente come sta avvenendo in tutto il resto della città.

(Pubblicato il 13/01/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006