Chateau dAx
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Spazio Relax
 
Diretta
La città nel caos sotto più di un metro di neve: cronaca di un’emergenza
Attività didattiche sospese a Campobasso per le giornate di lunedì e martedì: nevica ininterrottamente dalle 17 di giovedì 5 gennaio. La città è paralizzata, la neve ha superato il metro di altezza e anche i mezzi spargisale e spartineve sono in affanno. La circolazione è bloccata quasi ovunque, va peggio in periferia e molte strade, sia provinciali che statali sono chiuse o inaccessibili. Centinaia le richieste di aiuto a vigili del fuoco e forze dell’ordine. Dal Comune appello al buonsenso dei cittadini: "Limitate al massimo gli spostamenti e non buttate la spazzatura, stiamo facendo il massimo per ridurre i disagi ma è una condizione meteo eccezionale"


Campobasso. Dopo oltre 48 ore ininterrotte di bufera, in città è il caos: la neve, che ha superato il metro, ha letteralmente sommerso Campobasso. Il capoluogo è paralizzato, lunedì e martedì non riprenderanno le attività didattiche dopo la lunga pausa natalizia e anche l’Università ha stoppato i corsi. Del resto persino i mezzi spartineve e spargisale stanno avendo difficoltà a circolare sebbene le strade da liberare siano talmente tante che quella di oggi, dal punto di vista dei disagi, si è rivelata decisamente la giornata peggiore. Tante, tantissime persone non sono riuscite a raggiungere neppure il posto di lavoro, molte strade che collegano il capoluogo ai paesi sono chiuse o bloccate, anche col treno non va meglio, tante sono le corse saltate verso il Lazio, l’Abruzzo e la Campania. L’elenco dei comuni in cui lunedì non suonerà la campanella si allunga ora dopo ora. Vigili del fuoco e forze dell’ordine stanno correndo da tutte le parti per prestare soccorso ai cittadini "sequestrati" nelle loro abitazioni dalla tormenta. Una tregua era attesa per oggi pomeriggio ma non è arrivata, non almeno a Campobasso. E comunque «una nuova fase instabile si aprirà tra domani e lunedì» come diceva stamattina l’esperto di meteo Gianfranco Spensieri.


IN CITTA’ PIU’ NEVE DEL 2012
C’è più neve di quanta ne abbia fatta nel 2012 e fa anche più freddo. I cumuli nel campobassano e nell’area del fortore stamane avevano già superato i 110 centimetri, ce ne sono tra 110 e 125 nell’immediato settore occidentale fino alle punte massime registrate nell’alto Molise dove si è toccata quota due metri.


APPELLO AI CITTADINI DEL SINDACO BATTISTA
Intanto anche il Comune di Campobasso si è raccomandato ai cittadini per questa «condizione meteo assolutamente eccezionale».
«Il piano predisposto dal Comune e dalla Sea - scrivono da Palazzo San Giorgio - sta funzionando e la situazione è comunque finora sotto controllo.Le abbondanti precipitazioni hanno però rallentato le operazioni e reso difficile, specialmente nelle zone più impervie, anche l’intervento degli appositi mezzi che sono all’opera, 24 ore su 24, per garantire la pulizia delle principali vie. Vie che seppur percorribili diventano un pericolo quando su auto e camion non vengono montati pneumatici adatti o catene.
Planner Sposi
In alcune zone i mezzi spartineve hanno difficoltà ad operare anche per via del forte vento che impedisce una corretta visibilità e formando altissimi cumuli di neve. Ma nonostante le problematiche legate ad una simile ed eccezionale perturbazione, il Comune di Campobasso sta cercando di limitare al massimo i disagi. Disagi che possono diminuire ancor di più facendo appello al buonsenso della popolazione. Si consiglia dunque di non mettersi in cammino se non in casi strettamente necessari. Qualora costretti ad utilizzare l’auto si raccomanda la massima prudenza e l’uso di catene e pneumatici adatti alla neve. Si raccomanda alla popolazione di non uscire di casa per limitare al massimo gli spostamenti. In queste ore di emergenza si chiede anche ai residenti di evitare di conferire la spazzatura perché gli operai Sea sono impegnati per far fronte allo sgombero neve».

SCUOLE CHIUSE A CAMPOBASSO ANCHE MARTEDì 10

22:08 - Il Comune di Campobasso ha confermato che le scuole rimarranno chiuse anche martedì 10 gennaio.


118, DECINE DI INTERVENTI MOLTO DIFFICILI. ARRIVA GATTO NEVI

20:10 - C’è bisogno dell’arrivo del Gatto delle nevi da Roma per permettere al 118 di intervenire in alcuni dei punti più difficoltosi da raggiungere. Sono circa una trentina i casi su cui sta operando in queste ore il servizio di soccorso del 118 regionale. Emergenze, dal punto di vista della difficoltà nel raggiungimento dei pazienti, a Matrice, Montelongo, Agnone e diverse altre zone della regione. Chiaramente in Alto Molise e nella zona del capoluogo ci sono maggiori difficoltà.


RIUNIONE IN PREFETTURA: L’ELENCO DELLE STRADE ANCORA CHIUSE

20:01 - Riunione in Prefettura del Centro di coordinamento soccorsi in seduta permenente con i rappresentanti della Regione Molise, della Provincia, delle forze dell’ordine, dei Vigili del Fuoco, dell’Anas, del servizio elettrico nazionale e dell’ospedale di Campobasso. «Nel corso dell’incontro – si legge in una nota – il Presidente della Regione, Paolo Frattura, ha assicurato il costante attivo impegno del servizio di Protezione civile regionale che ha gestito numerosi interventi con l’ausilio di volontari». Le maggiori criticità riguardano la viabilità, interruzioni dell’energia elettrica e l’accesso da e nei centri abitati. Il direttore dell’ospedale di Campobasso ha assicurato che pazienti con problemi di salute che dovessero avere difficoltà nell’ottenere le cure adeguate a casa potranno usufruire dell’ospedale dove potranno anche essere ricoverato se questo risultasse assolutamente indispensablile. Gli uomini e i mezzi dell’Anas e della Provincia sono continuamente impegnati nelle operazioni di pulizia delle arterie stradali.

Sono state sbloccate tre strade provinciali: la Sp 94 Sepino-confine della provincia, la Sp 45 Molise e la Sp 15Trivento-Salcito-Pietracupa mentre risultano attualmente ancora del tutto non percorribili le seguenti strade: Sp 105per Morrone del Sannio; Sp 71Ripabottoni-Castellino del Biferno; Sp 73 Lupara-Castelbottaccio; Sp 73 Sant’Angelo Limosano – Limosano; Sp 135Mirabello Sannitico – Vinchiaturo; Sp 109 Tufara – confine della provincia; Sp 13 dal bivio di Matrice in direzione Petrella Tifernina; Sp 149 Sant’Elia a Pianisi – Monacilioni;Sp 56 D Matrice – San Giovanni in Galdo; Sp 78 Montelongo – Montorio nei Frentani; Sp 101 intero tratto; Sp 34 intero tratto; Sp 54 Cercepiccola – Cercemaggiore; Sp 73 Sant’Angelo Limosano – bivio Sp 152; Sp 163 Civitacampomarano-Castelmauro-Acquaviva Collecroce; Sp 81 Mafalda-Tavenna; Sp 164 invaso di Arcichiaro – confine della Provincia.
Al momento sono chiuse al transito anche le strade statali di seguito indicate: SS 87dal km 146+450 in agro del Comune di Matrice al km 186 in agro di Casacalenda; SS 212 dal km 104 al km 93 in agro di Sant’Elia a Pianisi (mentre il tratto dal km 49+670 al km 66+800, zona Riccia-Gambatesa, risulta transitabile con catene); nsa 340, dal km 249+980 al km 254+700 in agro di Riccia; nsa 358, dal 63+200 al km 65+500 in agro dei Comuni di Riccia e Gambatesa; nsa 366 dal km 9 al km 10+200 in agro di Campodipietra; nsa 365 dal km 65+300 e 66+400 in agro di Gambatesa; SS 278 dal km 60 al km 68 + 300 in agro di Riccia. Codice giallo è stato invece assegnato dall’Anas alle Statali 17 e 647. Tutte le altre arterie provinciali, tranne quelle della fascia costiera, sono transitabili soltanto con catene montate. «Si ribadisce nuovamente – conclude la nota della Prefettura – la raccomandazione ai cittadini di mettersi in viaggio solo se strettamente necessario e, comunque, esclusivamente con catene montate e usando la massima prudenza e cautela».


ESPERTI METEO: "NEVICATA STRAORDINARIA, ATTESI ALTRI FIOCCHI"

19:43 - Una nevicata straordinaria e possibilità di nuove imbiancate domani secondo meteoinmolise.com. «Ha smesso di nevicare su buona parte della regione da qualche minuto. Tuttavia, della residua instabilità a carattere nevoso viene ancora registrata sui settori settentrionali della regione e su quelli orientali dove, a tratti, assistiamo a brevi rovesci di neve. Sono enormi i disagi alla circolazione stradale seppur avevamo con largo anticipo comunicato i possibili quantitativi di neve che sarebbero caduti. Mai come questa volta, in ogni caso, si è trattato di una nevicata continua e con temperature particolarmente basse che hanno creato non pochi problemi agli addetti alla rimozione del manto nevoso.
Volgendo lo sguardo verso la fase previsionale e non di cronaca vi annunciamo che dopo la breve pausa della notte e della prima parte della giornata di domenica, delle infiltrazioni instabili arrecheranno nuovi addensamenti e nevicate a anche a quote pianeggianti».


TRASPORTO DIALIZZATI IN OSPEDALE, TANTE CHIAMATE AI VVF

19:37 - Una giornata intensa quella dei vigili del fuoco contattati per centinaia di emergenze, grandi e piccole, dalla popolazione in difficoltà. I principali interventi hanno riguardato il trasporto in ospedale di dializzati e persone che avevano bisogno di cure mediche. Molte telefonate al centralino anche per il pericolo di caduta ghiaccio e neve dai tetti anche se al momento, vista anche la condizione delle strade, la priorità è il soccorso e la viabilità.
Matrice, Campolieto e Castellino del Biferno le aree più colpite dalla bufera. Dalle 16 e 30 è arrivato un gatto delle nevi per raggiungere le zone più impervie.


VILLA FLORA, SCENARIO DA FAVOLA IN STILE LIBERTY

19:02 - Sono centinaia le immagini, davvero molto belle, pubblicate su facebook e inviate alla redazione di Primonumero in questi giorni. La maggior parte sono finite nella nostra gallery come lo scatto del signor Giuseppe Di Niro che ha raccontato con poesia e leggerezza una Villetta Flora inedita.


SPORT INVERNALI? NON SERVE ANDARE IN MONTAGNA BASTA LA CITTà

17:56 - Non serve raggiungere le località turistiche di montagna come Campitello Matese o Roccaraso. Per praticare gli sport invernali si può restare tranquillamente in città. Slittini, sci, snowboard non c’è che l’imbarazzo della scelta, del resto le pendenze non mancano a Campobasso e la neve è molto, ma molto abbondante.


MONTEFALCONE NEL SANNIO SOMMERSA DI NEVE: MOLTI DISAGI IN PAESE

16:27 - C’è oltre un metro di neve anche a Montefalcone nel Sannio. Il paese è stato letteralmente sommerso dalla precipitazione e il Comune sta facendo il possibile per limitare i disagi che, inevitabilmente, sono numerosi


LUNEDì A CAMPOBASSO NIENTE SCUOLA: BATTISTA FIRMA ORDINANZA

16:01 - Non si torna a scuola lunedì 9 gennaio a Campobasso: lo ha comunicato il sindaco Antonio Battista disponendo la sospensione delle attività didattiche in città «a causa della precipitazioni nevose abbondanti che continuano ad interessare il capoluogo come buona parte della nostra regione».


LUPI IN TANGENZIALE? MA SONO SOLO DUE CANI AKITA SMARRITI

15:45 - Sta facendo il giro del web la foto dei due cani akita disorientati e affamati sulla tangenziale di Campobasso. E’ bastato scrivere in un post "lupi in tangenziale" che la rete è impazzita. La buona notizia è che, condivisione dopo condivisione, i due animali hanno buone possibilità di ritrovare i loro padroni, sempre che di cani smarriti si tratti.


LE STRADE STATALI E PROVINCIALI CHIUSE O PERCORRIBILI IN PARTE

14:49 - Nuova riunione stamattina in Prefettura con forse dell’ordine, soccorritori e i rappresentanti di Regione Molise, Provincia, Comune, Questura di Campobasso e dei Comandi provinciale dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco, della Sezione Polstrada, dell’Anas del Servizio Elettrico Nazionale e della Società Sea.
Dopo aver fatto il punto della situazione e preso atto della «persistenza ed eccezionale intensità delle nevicate» che rendono precaria la transitabilità sulle arterie di gran parte della provincia oltre che all’interno del Comune .capoluogo, si è deciso di chiudere al transito le seguenti stradi statali: SS 87, dal km 146+450 al km 186; SS 212, dal km 104 al km 93 e dal km 49+670 al km 66+800; nsa 340, dal km 249+980 al km 254+700; nsa 358, dal km 63+200 al km 65+500; nsa 366, dal km 9 al km 10+200.
L’Anas ha assegnato il codice rosso alle SS 17 e SS 647.
Non sono del tutto percorribili anche le seguenti strade provinciali:
- SP 105 per Morrone del Sannio; SP 71 Ripabottoni - Castellino del Biferno; SP 73 Lupara – Castelbottaccio; SP 73 Sant’Angelo Limosano – Limosano; SP 135 Mirabello Sannitico – Vinchiaturo; SP 94 Sepino – confine della provincia; SP 45 Molise; SP 109 Tufara – confine della provincia; SP 13 dal bivio di Matrice in direzione di Petrella Tifernina; SP 149 Sant’Elia a Pianisi - Monacilioni; SP 56D Matrice - San Giovanni in Galdo; SP 78 Montelongo - Montorio nei Frentani; SP 101 intero tratto; SP 34 intero tratto; SP 54 Cercepiccola - Cercemaggiore; SP 73 Sant’Angelo Limosano - bivio SP 152; SP 163 Civitacampomarano - Castelmauro - Acquaviva Collecroce; SP 15 Trivento-Salcito- Pietracupa; SP 81 Mafalda - Tavenna; SP 164 invaso di Arcichiaro - confine della provincia.
Tutte le altre arterie provinciali, tranne quelle della fascia costiera, sono transitabili soltanto con catene montate.
La Prefettura ha rinnovato la raccomandazione ai cittadini di mettesi in viaggia «solo se strettamente necessario» e comunque «esclusivamente con catene montate ed usando la massima prudenza e cautela».


300 CANI BLOCCATI NEL GELO, CORSA CONTRO IL TEMPO A SANTO STEFANO

14:24 - L’emergenza neve si è abbattuta anche su chi non ha la forza e il potere di muoversi: gli animali. In questi minuti è stato pubblicato su Facebook un video che mette i brividi, non solo per il freddo. Alessandro Vitale e altri volontari del canile di Santo Stefano cercano invano di raggiungere la porta della struttura dove da ieri, sepolti dalla neve, sono isolati circa 300 cani. I volontari stanno facendo di tutto per entrare nel canile dove la temperatura è quella, polare, che c’è all’esterno. Una corsa contro il tempo, frenata dalle condizioni impossibili della strada di accesso dove in 24 ore non è passato alcun mezzo. Sul posto sarebbe in arrivo un mezzo spartineve ma la situazione, come dice Vitale nel video, è drammatica.


SEA REPLICA: "AMBROSIO SCIACALLO, QUESTA è VERA EMERGENZA"

14:21 - E secca e immediata è arrivata la replica al consigliere comunale Ambrosio da parte della Sea: «È una delle nevicate più intense degli ultimi trenta anni – hanno scritto dalla municipalizzata - e la situazione è assolutamente emergenziale per la città di Campobasso e, più in generale, per l’intero Molise. La Sea ha a disposizione 86 mezzi sul territorio cittadino, con altrettanti uomini alla loro guida, che stanno facendo il possibile, per fronteggiare uno stato davvero difficile, considerando che la bufera non lascia tregua al capoluogo molisano da quasi 48 ore. I nostri uomini stanno facendo il possibile per garantire la percorribilità della strada, con ritmi davvero importanti. Da tre giorni, nessuno stacca, nemmeno per riposare, o andare a dormire la notte. Si lavora senza sosta tra le strade di Campobasso e all’interno degli uffici della Sea. Si sta garantendo la percorribilità delle arterie cittadine e si deve anche sopperire, insieme con gli organi preposti, alle situazioni di assoluta emergenza».
Per la Sea, insomma, quella del consigliere è una mera speculazione politica «per questo lo preghiamo di evitare di gettare discredito sulla municipalizzata, senza conoscerne le linee d’azione in questi giorni di duro e costante lavoro. Compito, e non toccherebbe a noi ricordarlo, di un consigliere comunale è quello di lanciare appelli alla collaborazione di tutte le forze presenti in città. L’azione di Ambrosio – conclude la Sea – è uno sciacallaggio politico di bassissimo profilo, per il quale il consigliere comunale dovrebbe vergognarsi. Approfittare di questa situazione di assoluta emergenza, dove tutte le persone preposte lavorano senza tregua, è un atto vile, per il quale l’esponente di Palazzo San Giorgio dovrebbe dimettersi, prendendo di fatto atto, vista la sua azione, della sua totale inadeguatezza a svolgere il ruolo di consigliere comunale».


AMBROSIO CRITICA LA GESTIONE DELL’EMERGENZA: "CHE FLOP"

14:16 - «Un flop il piano neve del Comune di Campobasso e della sua municipalizzata Sea»: non usa mezze misure il consigliere comunale Michele Ambrosio per bocciare la gestione di questa emergenza che da gioedì pomeriggio, 5 gennaio, non dà tregua. «Circa sette milioni di euro da parte del Comune alla Sea per il contratto di servizio per la gestione dei rifiuti, oltre a mezzo milione di euro sempre alla Sea per il servizio di sgombero neve, per sentirsi invitare dalla municipalizzata e dal sindaco a limitare il conferimento dei rifiuti e ad evitare di uscire di casa. Per una cifra così ingente di soldi pubblici (150 euro a cittadino da zero a cento anni) la spazzatura dovrebbe essere presa a casa prima che venga buttata nel cestino e la neve raccolta a volo prima che tocchi terra!». Ironia a parte, il consigliere di minoranza bolla come «fallimentare» il piano neve «lautamente pagato e predisposto appunto per emergenza neve che, a distanza di tre giorni e nonostante le festività, non ammette giustificazioni, con una città paralizzata, cittadini sequestrati nelle loro abitazioni, marciapiedi impraticabili, autovetture sepolte e strade a rischio, grazie ad un servizio con funzione più da spostaneve che da spartineve. Nessun alibi per l’intensità della nevicata, non siamo una città di mare e le previsioni meteo sono state precise e preannunciate, nessuna scusante da parte di sindaco, assessore ai lavori pubblici e Sea che dovrebbero solo prendere atto del fallimento, chiedere scusa ai cittadini e rassegnare le dimissioni dai loro incarichi. Mi auguro che per lunedì, se le condizioni non dovessero migliorare, si abbia almeno il buon senso di chiudere le scuole e gli uffici pubblici (come fece con grande responsabilità il sen. Di Bartolomeo) al fine di garantire la sicurezza dei cittadini, l’incolumità dei pedoni, evitare infortuni agli automobilisti e danni alle autovetture».


TUTTE APERTE LE FARMACIE DELLA CITTà OGGI E DOMANI

14:08 - Il sindaco di Campobasso, per andare incontro alle esigenze della popolazione, ha firmato un’ordinanza con la quale ha sospeso il servizio prefestivo e festivo nelle farmacie, limitatamente alla giornata di oggi, 7 gennaio, e a quella di domani 8 gennaio. Tutte aperte insomma "per evitare a chi ha bisogno di medicine o di altri prodotti farmaceutici di percorrere lunghi tratti per raggiungere l’attività di turno aperta creando così notevoli disagi alla popolazione".
Nello stesso atto Battista ha ordinato l’apertura, anche nelle fasce orarie notturne, della farmacia comunale di via XXIV Maggio.


CIVITACAMPOMARANO, TANTI DISAGI: "TUBI GELATI E NON C’è MEDICO"

14:05 - Tanti disagi a Civitacampomarano dove è caduta tantissima neve nelle ultime ore. Il paese è praticamente isolato e i residenti, molti dei quali sono anziani, stanno subendo disagi enormi. Fra questi vengono segnalati «tubi gelati» e quindi difficoltà ad avere acqua corrente, nonché «la mancanza del dottore di turno».

LINK
Appello per il canile: servono plaid e spalatori
Studente bloccato in città rischia di non dare un esame

Le immagini nella galleria fotografica

(Pubblicato il 07/01/2017, aggiornato il 12/01/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006