Planner Sposi
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Cronache
La preghiera di tutti: Termoli si ferma per il Papa
In Cattedrale centinaia di fedeli piangono e pregano. I giovani portano fiori e accendono candele sotto la statua di piazza del Papa


di Monica Vignale

La veglia in cattedrale e la preghiera in piazza del Papa
La notizia comincia a diffondersi qualche minuto prima delle 22.00, recepita dai telespettatori che davanti al video attendono da un momento all’altro l’ufficialità della morte di Giovanni Paolo II. Una notizia che non sorprende, data quasi per scontata nelle ultime ore di agonia del Pontefice. Eppure nessuno scuote le spalle e prosegue la serata di sabato come se nulla fosse. Termoli si ferma,  e dopo i primi concitati minuti in cui nelle abitazioni private e nei bar si assimila  il messaggio letto da monsignor Lenardo Sandri, che rimbalza da tutti gli schermi cittadini, il cuore della città si fa immobile.
 
In Cattedrale, dove centinaia di fedeli si sono radunati per la veglia di preghiera, l’annuncio viene dato dal Vescovo. Monsignor Tommaso Valentinetti ha appena terminato di presenziare al rosario meditato e alla recitazione della litania dei santi dedicata al Santo Padre. Invita i fedeli – chi può – a restare per qualche altro minuto d raccoglimento. Lui stesso va a sedersi in un banco e si raccoglie in preghiera, in una chiesa stracolma di gente. Molti altri stanno fuori, in silenzio. La Cattedrale non basta a contenere tutti quelli che stasera hanno scelto di restare vicini al Papa, stretti in un abbraccio che si ripete come un’eco infinita in tutte le piazze e le chiese del mondo. La notizia che Giovanni Paolo II è morto alle 21,37 viene comunicata al vescovo della diocesi di Termoli-Larino da un messo. A sua volta monsignor Valentinetti l’annuncia ai fedeli con poche e semplici parole, quindi torna a invitare la gente a pregare. In Cattedrale scende il silenzio, poi, da più parti, i singhiozzi. Molte persone piangono, la commozione è palpabile anche se la notizia non coglie di sorpresa nessuno.
 
Alle 22 e 37 minuti, esattamente un’ora dopo la morte del Pontefice, le campane cominciano a suonare. I rintocchi partono dalla Cattedrale e si estendono a tutte le chiese – centrali e periferiche – di Termoli, secondo la disposizione del Vescovo. Sono lunghi minuti di lacrime, preghiere, saluti intimi e personali al papa-padre, che ha lasciato un segno profondo nel cuore di fedeli e laici. «Il dolore è grande – commenta una signora all’uscita dalla chiesa – ma dobbiamo credere a quello che lui ci ha sempre detto: non abbiate paura».
Planner Sposi
«Per i cristiani – dice una giovane donna – la morte è un dono. Sappiamo che il nostro papa è tornato dal Padre. E siamo sereni». Poi, mentre la Cattedrale si svuota – sono le 23.00 – il vescovo invita chi lo desidera a confessarsi, e si avvia verso il confessionale subito seguito da una piccola folla.
 
Dall’altra parte della città, in quella grande piazza inaugurata quando Giovanni Paolo II visitò Termoli (19 marzo del 1983), altra gente si alterna davanti alla statua del Papa per una preghiera silenziosa. Depone mazzi di fiori e accende candele e lumini intorno a quell’immagine. E ci sono giovani, tanti ragazzi con i volti composti e gli occhi lucidi. Uno di loro passa, si ferma e si toglie il berretto da baseball in segno di rispetto per quell’uomo che stasera è nel cuore di tutti, credenti e non credenti, vecchi e giovani, bambini che i genitori tengono per mano e che ascoltano con gli occhi sgranati il racconto del Papa che è morto. Gli automobilisti che passano lì accanto rallentano e si fanno il segno della croce. E’ sabato sera, ed è un sabato sera speciale per tutti.  

(Pubblicato il 02/04/2005)

Altri articoli sullo stesso argomento:
Il cordoglio della politica (03/04/2005)
Il Vescovo: «Ci lascia una straordinaria eredità» (02/04/2005)
La visita del Papa a Termoli: il ricordo della gente (02/04/2005)
Giovanni Paolo II, i vostri ricordi (02/04/2005)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Chateau dAx
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006