Leo Antonacci
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Cianciosi srl
 
Top News

04/04/2018 - Alcol e Giovani: il consumo cala con la consapevolezza dei rischi

Il 27 marzo 2018, presso l’Istituto Agrario “San Pardo” di Larino” si è svolta una Tavola Rotonda su “Alcool e i giovani: La prevenzione parte da noi ragazzi” in continuità con un importante progetto interregionale della LILT di Campobasso, realizzato nel 2017, che ha coinvolto circa 800 studenti tra 14-18 anni delle provincie di Campobasso, Ascoli Piceno e Benevento.

L’obiettivo principale del progetto era di valutare l’efficacia di una serie di azioni formative e laboratoriali, in contesti scolastici ed extrascolastici, nel promuovere l’adozione di atteggiamenti e comportamenti salutari da parte degli studenti, riguardo il consumo di alcool. Gli elementi innovativi del progetto erano rappresentati dall’educazione tra pari e dalla didattica multimediale e interattiva. Per la realizzazione di questo intervento educativo, fondamentale è stato il coinvolgimento dei professionisti nel campo della prevenzione e delle scienze umane che operano presso il Centro “Luoghi di Prevenzione Molise”, gestito dalla sezione LILT della provincia di Campobasso e situato nell’Ospedale Territoriale di Larino (tel 0875/714008 e.mail ldprevenzionemolise@gmail.com ).


Gli 800 studenti, destinati del progetto, sono stati suddivisi in due gruppi, di cui uno ha partecipato attivamente al progetto di ricerca (gruppo intervento) e un altro ha formato il gruppo di controllo. Per valutare l’efficacia del progetto è stato predisposto un questionario sulle conoscenze e sui comportamenti degli studenti rispetto all’alcool, che è stato somministrato prima e dopo l’intervento educativo.

All’inizio del progetto, nel campione rappresentato da studenti di età compresa tra i 14-18 anni, si è rilevato che il 70% ha dichiarato di aver consumato bevande alcoliche nell’ultimo mese; il 20% ne fa un consumo settimanale; il 10%, ne fa un consumo giornaliero; il 34% ha dichiarato di essersi ubriacato più volte nell’ultimo anno.
Al termine delle attività si sono registrati importanti risultati a sostegno dell’efficacia delle metodiche innovative utilizzate nel progetto per contrastare i rischi correlati all’uso e all’abuso d’alcool tra i giovani. Sia il coinvolgimento dei ragazzi nell’educazione tra pari sia la realizzazione di percorsi laboratori interattivi, si sono dimostrati efficaci nel ridurre del 25% la sperimentazione dell’alcool nel gruppo dei giovani non bevitori, meno nel ridurre il numero di chi consuma alcool abitualmente. È stato importante, invece, registrare una riduzione dei comportamenti a rischio sia rispetto al consumo quotidiano (riduzione del 72%), sia al tipo di bevanda alcolica consumata dai giovani (riduzione del 45% il consumo di superalcoolici), sia rispetto alla frequenza degli episodi di ubriacatura (diminuzione del 34 %).

L’azione più consistente e innovativa del progetto, ha previsto la formazione di alcuni studenti mediante opportune attività laboratoriali interattive sui temi di salute oggetto d’intervento. Alcuni degli studenti più motivati e competenti, in seguito, hanno potuto a loro volta proporre delle attività di formazione o iniziative di sensibilizzazione, ai loro compagni di scuola e alla comunità di appartenenza. Tale metodica, qui descritta soltanto sinteticamente, prende il nome di “educazione tra pari” (Peer Education), ed è in questo passaggio che troviamo il nesso con la “Tavola Rotonda” tenutasi all’Istituto San Pardo di Larino il 27 marzo 2018. L’obiettivo della Tavola Rotonda era di mettere a confronto, sul tema alcool, i giovani studenti e gli adulti di riferimento (associazioni di volontariato, enti pubblici (ASREM- SERD) e amministratori locali (Comune).


Tale evento, promosso dalla Scuola e dalla LILT di Campobasso, è frutto di un’iniziativa di alcuni dei giovani studenti che avevano preso parte alla ricerca-intervento appena descritta. Supportati da alcuni docenti attenti e disponibili, questi stessi studenti hanno infatti deciso, come attività parallela e complementare rispetto alle azioni progettuali previste, di realizzare un questionario per indagare la frequenza e le caratteristiche del consumo di alcool per poi somministrarlo durante la Fiera d’Ottobre 2017 ai loro concittadini. A seguito dell’elaborazione dei dati da loro raccolti, è emersa l’esigenza di organizzare un incontro per presentare le statistiche risultanti dalla loro indagine. Pertanto, questi studenti, detti anche “Peer Educator”, del Liceo e dell’Istituto Agrario di Larino, hanno richiesto a docenti ed operatori del centro LILT-Luoghi di Prevenzione Molise, a cui fanno tuttora riferimento per la promozione della salute nelle scuole, di supportarli nella realizzazione di un convegno sul tema “Alcool e i giovani” che potesse sensibilizzare e stimolare la riflessione e la produzione di possibili proposte risolutive, all’interno di un dibattito costruttivo fra studenti e rappresentanti delle istituzioni e dell’amministrazione locale.


Al termine è emersa la necessità di realizzare interventi di tipo intersettoriali per contrastare efficacemente il rischio correlato all’uso ed all’abuso di alcool tra i giovani. Fondamentale è il ruolo protettivo che può svolgere sia la famiglia, sia la scuola; è necessario un maggiore controllo del territorio e limitare agli adolescenti e ai giovani la disponibilità di bevande alcooliche. La buona partecipazione riscontrata durante il convegno, con il fruttuoso scambio d’idee e proposte intercorso tra i relatori e gli studenti, lasciano ben sperare in vista di ulteriori passi in avanti nella promozione del benessere e degli stili di vita salutari nei giovani, e non solo!


Tutti questi dati sono incoraggianti circa la possibilità di contrastare e prevenire il consumo di alcool tra i giovani, con interventi efficacemente condotti da associazioni di volontariato, qual è appunto la LILT sez. prov. di Campobasso, in collaborazione con gli Istituti Scolastici. Un ruolo importante è svolto dagli operatori di Luoghi di Prevenzione Molise coordinato dalla Lega contro i Tumori Sez. Prov.le di Campobasso, che si colloca in una cornice più ampia di collaborazione tra il MIUR e la LILT Nazionale e rappresenta un punto di riferimento del Piano Regionale della Prevenzione (2014-2018) per l’attuazione d’interventi previsti nel programma GUADAGNARE SALUTE IN ADOLESCENZA del Ministero della Salute. Il Centro si avvale della collaborazione dell’ASREM, della Direzione Generale per la Salute della Regione Molise.

M.F.

LE ALTRE NEWS

news precedenti

IN PRIMO PIANO
19/04 - Gli puntano la pistola in faccia e rubano i soldi dalla cassa: rapina a mano armata all’Aci
19/04 - Giorgia Meloni appassionata in piazza Duomo. "Il Governo? Si fa, ma col centrodestra unito"
19/04 - Forzano posto di blocco, sparatoria dopo l’inseguimento. Auto fuori strada: denunciati
19/04 - Salvatore Ciocca
19/04 - Lo studio incontra l’esperienza. Universitari al servizio del turismo in Croazia
19/04 - Foce Trigno, divampa il fuoco: fauna in pericolo e danni. Fiamme partite dai rifiuti abusivi
19/04 - Le infiltrazioni criminali ci sono, ma i candidati ignorano l’antimafia: "Politica spocchiosa"
19/04 - Maurizio Martina

 
Caffettilandia - Termoli
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2018 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006