Chateau dAx
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Top News

17/07/2017 - Consigliera parità con ministro Poletti per delineare il "lavoro agile

Planner Sposi
Roma. La Consigliera di Parità Giuditta Lembo soddisfatta della giornata di studio dal titolo Politiche di conciliazione e welfare aziendale che si è svolta a Roma lo scorso 13 luglio 2017 e che ha visto la presenza del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti. Il ministro si è congratulato con la Consigliera Lembo dopo che la stessa lo ha informato sui contenuti del workshop organizzato presso la sede del Parlamentino della Presidenza della Giunta regionale lo scorso 30 giugno e che ha avuto come temi centrali proprio l’occupazione giovanile e femminile, quest’ultimo tema collegato alla enorme difficoltà delle donne di riuscire a conciliarlo con la vita familiare e con il lavoro di cura.
Durante l’incontro, il Ministro ha anche spronato le Regioni e le aziende ad impegnarsi nello sperimentare modelli di lavoro agile e a divulgare eventuali buone prassi che avviino un cambiamento sia nel pubblico che nel privato caratterizzato da una nuova organizzazione del lavoro condivisa da lavoratori e da lavoratrici. In questa direzione vanno la “Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri e le e linee guida contenenti regole inerenti all’organizzazione del lavoro finalizzate a promuovere la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro dei dipendenti, in cui è riportato- precisa la Lembo – che le Amministrazioni pubbliche, nei limiti delle risorse di bilancio disponibili a legislazione vigente e senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, adottino misure organizzative volte a: fissare obiettivi annuali per l’attuazione del telelavoro; sperimentare, anche al fine di tutelare le cure parentali, nuove modalità spazio-temporali di svolgimento della prestazione lavorativa, il cosiddetto lavoro agile o smart working.


Le misure da adottare devono permettere, entro tre anni, ad almeno il 10 per cento dei dipendenti, ove lo richiedano, di avvalersi delle nuove modalità di svolgimento della prestazione lavorativa, garantendo che i dipendenti che se ne avvalgono non subiscano penalizzazioni. Le Amministrazioni dovranno verificare l’impatto delle misure organizzative adottate in tema di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro dei dipendenti sull’efficacia e sull’efficienza dell’azione amministrativa, nonché sulla qualità dei servizi erogati.

La Direttiva – dice ancora Lembo - «costituisce un primo passo verso una nuova concezione del rapporto di lavoro che valuta la produttività del lavoratore e della lavoratrice, attraverso un’ organizzazione del lavoro meno rigida e a misura delle esigenze della famiglia. Il mio impegno, in relazione al ruolo che svolgo andrà nella direzione di condividere con le altre Istituzioni preposte all’applicazione della stessa le Linee guida, oltre che nello stimolare anche nelle aziende private la volontà di un cambiamento nell’organizzazione del lavoro che metta al centro il benessere del lavoratore e della lavoratrice coniugato con il successo dell’azienda».

LE ALTRE NEWS

news precedenti

IN PRIMO PIANO
18/11 - Tutti dal gommista per termiche o catene: l’elenco delle strade dove è obbligatorio averle
18/11 - Campobasso a Pineto per cancellare l’ultimo ko. Agnone, sfida proibitiva alla Vis Pesaro
18/11 - Svolta nella vertenza per il trasporto urbano, gli autisti licenziati tornano al lavoro
18/11 - Tunnel e Multipiano: Ministro fa ricorso contro progetto, comitati esultano. Città divisa in due
18/11 - A Miami gli imprenditori cercano camerieri italiani. “Sono i migliori, grande opportunità"
18/11 - Morto dopo la lite, c’è un indagato per omicidio. Disposta l’autopsia sul 46enne
18/11 - Rubano una slot machine al bar, poi la abbandonano nei campi con duemila euro dentro
18/11 - Migranti-detenuti nelle casette del sisma, Di Sabato: "Aprire un centro rimpatri? Scellerato"

 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2012 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006