PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Top News

19/05/2017 - Sanità, Frattura annuncia: "Il Piano operativo sarà legge dello Stato"

Campobasso. Non solo le Aree funzionali al posto dei tradizionali reparti al Cardarelli di Campobasso. Per la sanità molisana inizia un periodo di radicale trasformazione. Cambiamenti che consentiranno di uscire al più presto dalla fase commissariale. Un obiettivo rilanciato dal governatore-commissario ad acta Paolo di Laura Frattura, presente al quarto congresso regionale dell’Arca Molise. ‘Cardio e oltre per una corretta gestione del paziente’: questo il titolo del convegno che si è svolto oggi, 19 maggio, a Castelpetroso.

«Il programma operativo – la prima importante novità annunciata dal presidente della Regione - diventerà, mi auguro quanto prima, legge dello Stato così da superare tutte le oggettive difficoltà legate anche ai singoli ricorsi amministrativi» che vengono presentati al Tar Molise da comitati e associazioni.

Frattura, inoltre, ha illustrato i punti centrali della riforma. Il più rivoluzionario, a suo dire, «il nuovo equilibrio tra territorio e ospedale, dove queste ultime strutture, finora vissute con un rilievo centrale, diventeranno invece l’ultima ratio». Lo scopo è «avvicinare tutti i medici al paziente». In quest’ottica, ha aggiunto il commissario, «va intesa anche la riorganizzazione ospedaliera con le nuove aree di degenza multidisciplinare (approvata dall’Asrem il 18 maggio, ndr)». Il nuovo sistema consentirà «una presa in carico del cittadino più fluida» e dunque «il superamento di reparti rigidi e del numero dei posti letto.
A questo sono serviti i quattro anni passati, abbiamo smontato (e non c’è nessun’accezione negativa in questa parola) un servizio evidentemente troppo ospedalocentrico».
La trasformazione del servizio sanitario darà importanti risultati, a detta di Frattura: «Siamo certi che presto tutti riscontreremo la diversa qualità del servizio sanitario innanzitutto grazie alla professionalità di tutti gli operatori. Anche per loro e soprattutto per loro sono stati anni difficili, questi appena alle spalle. Oggi nuove prospettive fondamentali come lo sblocco del turnover che dà via libera a stabilizzazioni e nuove assunzioni e la creazione delle prime reti d’emergenza che mettono in sicurezza ovunque nel nostro Molise il paziente per le patologie tempodipendenti.
A breve, come spero, entreremo nella fase esecutiva – la chiosa finale del governatore - così da riportare la nostra Regione nelruolo di protagonista per le scelte operative della programmazione della nostra sanità». Senza imposizioni, dunque, dai tavoli tecnici romani.

LE ALTRE NEWS

news precedenti

IN PRIMO PIANO
30/05 - Città blindata dai carabinieri: posti di blocco ovunque, decine i cittadini fermati per controlli
30/05 - La passerella salva-dune è già “must”. I bagnanti scoprono il fascino del selvaggio possibile
30/05 - Il riscatto del quartiere popolare: l’artista Blu regala ‘La Cuccagna’ a Campobasso
30/05 - 300 bovini di corsa nella notte: la transumanza suona la sveglia
30/05 - Niente interessi sulle bollette dell’acqua ricevute in ritardo. Ma c’è chi chiede un risarcimento
30/05 - L’antiterrorismo non risparmia le bancarelle. Oggi l’ok per il concertone al vecchio stadio
29/05 - La nuova sanità del Molise ora è legge: stop ai ricorsi. Chi esulta, chi grida al golpe
29/05 - Comune in default, nasce un comitato di associazioni e privati per salvare la Carrese

 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2012 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006