PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Cianciosi srl
 
Top News

21/04/2017 - Biotestamento: in Alto Molise campane a morto e necrologi della vita

Ieri l’Aula della Camera ha approvato con 326 voti a favore la legge sul biotestamento. E ieri in alcuni Comuni del Molise i parroci hanno fatto suonare a morto le campane delle chiese, in forte segnale di dissenso verso un provvedimento che aspettava di vedere la luce da quasi 8 anni ma che non ha incontrato il gradimento di una parte del mondo cattolico.


La legge, che ora dovrà passare al Senato per l’approvazione definitiva, è partita dal caso di Eluana Englaro, e ha avuto una accelerazione dopo il suicidio assistito di Dj Fabo, seguito a tre settimane di distanza da quello dell’ex barista 53enne malato di sclerosi multipla.


Lo scorso 5 aprile il testo sul biotestamento ha superato il banco di prova delle prime votazioni, grazie a un’inedita maggioranza composta da Partito democratico, Movimento cinque stelle, Mdp e Sinistra italiana. Ma in Molise non tutti sono d’accordo.


E così i parroci di Carovilli (Isernia), Castropignano (Campobasso), Duronia (Campobasso), Pietrabbondante (Isernia), Salcito (Campobasso) nel giorno dell’approvazione alla Camera dei deputati delle Disposizioni anticipate di trattamento (Dat) - nell’ambito della legge sul biotestamento - hanno suonato le campane a morto, facendo anche affiggere a Pietrabbondante un necrologio.
E’ proprio il parroco di Carovilli, Don Mario Fangio, a spiegare le ragioni della strana protesta: «Con ciò -abbiamo voluto richiamare l’attenzione delle nostre comunità sul il funesto evento legislativo, che creerà una grande mole di problemi, e minerà alla base la certezza della indisponibilità della vita umana. Invitiamo tutti ad una seria riflessione a emendare sostanzialmente al senato la norma, e bocciarla addirittura come inutile, potendo fare riferimento già alle normative sull’accanimento terapeutico e cure palliative».


LE ALTRE NEWS

news precedenti

IN PRIMO PIANO
28/06 - Addio Mariano, “gigante buono”. Non ce l’ha fatta l’allenatore di rugby, città straziata
28/06 - Chaminade-Cb Nord, duello per lo ‘Sturzo’: assegnazione, ricorso e serie B a rischio
28/06 - La guerra di via Bolivia contro i tir del discount: multe, denunce e residenti "atterrati"
28/06 - 60 secondi per convincere il pubblico: la voce di Francesco ’sbaraglia’ il talent di UnoMattina
28/06 - Le domande che vi faranno agli orali e le "raccomandazioni” ai candidati (e ai loro genitori)
28/06 - L’infermiera killer sui nazionali. Omicidio per vendetta, la famiglia: "Capire ruolo Asrem"
28/06 - “A 80 anni dobbiamo aspettare un’ora per prendere l’autobus”. La ‘rivolta’ dei cittadini
28/06 - 50 famiglie in ginocchio, arriva la boccata di ossigeno: sette mesi in una rata da 2100 euro

 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2012 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006