PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Spazio Relax
 
Top News


10/10/2014 - Medicina generale, graduatoria degli ammessi al corso da rifare

Campobasso. E’ arrivato nel pomeriggio di oggi 10 ottobre 2014 il comunicato: con determinazione dirigenziale n. 21 a firma della dott.ssa Magnifico, la graduatoria dei risultati dei medici che si sono cimentati nella prova scritta lo scorso 17 settembre 2014 a Campobasso è da rifare. La Determina convoca d’urgenza la Commissione d’esame, con lo scopo di riesaminare gli elaborati e procedere ad una nuova attribuzione di punteggi, considerato che alcuni candidati hanno richiesto di accedere alle prove per verificare il proprio punteggio ed in 2 casi, secondo quanto si legge nella determina, l’attribuzione sarebbe stata errata. I candidati, si apprende dal documento, avrebbero minacciato di adire alle vie legali. Nel documento la dirigente del Servizio Organizzazione delle Risorse Umane dell’ASReM precisa che tutti gli elaborati saranno riesaminati e si procederà a stilare una nuova graduatoria, non escludendo ulteriori provvedimenti in caso di nuovi errori di attribuzione dei punteggi. Una decisione clamorosa, che arriva dopo le segnalazioni avvenute in altre regioni italiane circa le modalità, a detta dei concorrenti, poco regolari in cui si sono svolti i concorsi: addirittura sono circolate fotografie di candidati che collaborano in gruppi per la risoluzione del test o che consultano voluminosi testi in sede d’esame. Nessuna di queste segnalazioni ha tuttavia riguardato la sede di Campobasso, dove l’esame si è svolto presso la Facoltà di Economia dell’Università del Molise. La Commissione d’esame è composta da professionisti medici dell’ASReM, dell’Ordine dei Medici e rappresentanti della Regione Molise. Il Ministro della Salute Lorenzin aveva già convocato, in data 2 ottobre 2014, tutte le commissioni regionali presso il Ministero per procedere a verifica delle segnalazioni inviate dai medici che hanno preso parte al concorso circa le irregolarità, riferite soprattutto alle condizioni di sovraffollamento in cui le sedi d’esame in molte regioni italiane versavano lo scorso 17 settembre. La regione Sicilia, per mano dell’assessore alla Sanità Borsellino, aveva provveduto a bloccare la correzione degli elaborati fino a nuovo ordine dell’Assessore, proprio per verificare le segnalazioni di irregolarità pervenute. Il concorso in questione mette a disposizione in Regione Molise 20 posti con borsa di studio per il corso triennale di Medicina Generale, necessario per acquisire diritto a rientrare in graduatoria regionale per avere un incarico di medico di famiglia. Il numero di posti, tutti corredati da borsa di studio triennale, varia da regione a regione ed è sovvenzionato da fondi regionali. Il concorso consiste nella risposta di 100 quiz a risposta multipla su argomenti di medicina generale: risultano idonei i soli concorrenti che rispondono correttamente ad almeno 60 domande. Tra le peculiarità del corrente anno, il fatto che il concorso cada prima della data del concorso per le scuole di specializzazione mediche, che negli anni precedenti assorbiva gran parte dei medici neolaureati, che ha determinato un aumento del numero dei candidati al concorso. In Molise lo scorso 17 settembre 111 medici hanno concorso per i 20 posti in questione, secondo quanto riportato nell’allegato 1 del DDGS 162/2014. Questo provvedimento non è escluso che faccia da apri-pista per nuove rivalutazioni delle prove d’esame in altre regioni italiane, alla luce delle proteste sollevate dalle associazioni dei giovani medici.


LE ALTRE NEWS

news precedenti

IN PRIMO PIANO
25/05 - I mille dubbi del Borgo vecchio: "Il sindaco deve dirci cosa cambierà con il tunnel"
25/05 - Ruba oro per 45 mila euro, la vittima denuncia i furti e scopre che il ladro è suo nipote
25/05 - Il museo del sisma scommessa per i giovani. "Qui le gite scolastiche da tutta l’Italia"
25/05 - Corpus Domini, tra regole e divieti è sempre vivo il mercato nero del posteggio abusivo
25/05 - “Calano i reati, cresce la collaborazione col cittadino”: la soddisfazione del Questore
25/05 - Cantiere sul lungomare, rush finale prima dello stop estivo: "Nuovi parcheggi a settembre"
25/05 - Regole ferree e più controlli nelle cucine in estate. Ristoranti e pizzerie pronti al confronto
25/05 - “Siete due ladre” e le licenzia: ma l’accusa era infondata. E ora le commesse chiedono i danni

 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2012 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006