PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Top News


30/05/2011 - TRIBUTO ALLA PRIMA PORTA SANTA: ANNULLO FILATELICO SPECIALE

Guardialfiera. Fede e spettacolarità per celebrare il ricordo della visita di papa Leone IX e l’istituzione della prima Porta santa della cristianità. L’evento si svolgerà il primo giugno. Secoli di fede e di storia, di tradizioni e di umanità, alla base di una sfida culturale, religiosa e turistica che nobilita un piccolo paese, all’ombra dei boschi e sul delirio del Lago, e lo proietta verso realtà mirabili di civiltà e di speranze nuove. La Posta Santa venne istituita nel 1053. Alla prima Bolla di largizione – dispersa o distrutta da saccheggi o da incendi – è sopraggiunto il nuovo Decreto “in perpetuo valituro” emanato da Benedetto XVI (primo Papa tedesco dopo Leone IX) e promulgato dalla Penitenzieria Apostolica il 13 dicembre 2007. Suggestiva liturgia il 1° giugno, presieduta dall’Ordinario Diocesano Mons. Gianfranco De Luca, assistito da don Nicola Tufilli Parroco della Cattedrale e dai Padri Cappuccini della Provincia Monastica di Sant’Angelo e Padre Pio, alla presenza delle massime autorità della Regione. Rito surreale, sulla loggia della Cattedrale, di apertura della Porta Santa, Celebrazione Eucaristica Giubilare e lucro delle Indulgenze Plenarie. Fastosa Processione, poi, con le reliquie di S. Gaudenzio Martire, protettore della comunità, condotte dai francescani di San Marco La Catola. Spettacolarità sceniche dei musici, percussori, sbandieratori del Gruppo Medievale “Castel Manforte” di Campobasso e delle Planesine di S. Elia a Pianisi. Magica ricomposizione storica, al pomeriggio, dell’arrivo di Papa Leone IX, a Guardia Alferez, su carrozza papale e dell’accoglienza tributata dal popolo. Dialogo immaginario fra il Pontefice, il Curato ed Adalpherius, Signore della Città. Straordinarietà di effetti scenici da parte delle “Maschere Nude” su testi di Redi Maghenzani Maffino, riferiti alla promulgazione dell’editto papale ed all’aspetto cronologico e sacro del privilegio. Sfilata di figuranti fino a Piazza Moro e simbolica Benedizione Pontificia impartita dinanzi all’ex Episcopio. Un unicum di attrazioni e di valori tutelato dal Centro Studi Molise 2000 ed economicamente sostenuto dall’ammirabile munificenza della “Triolo”, di Domenico Macchiarola. La prima Indulgenza Plenaria elargita dalla Chiesa e concessa ogni anno a Guardialfiera si candida ora al riconoscimento dell’Unesco, come “patrimonio immateriale dell’umanità” e chiede che la manifestazione sia evento mondiale da salvaguardare. Dalle ore 17 alle 20, in Piazza Jovine, annullo speciale filatelico – da parte del Telebus di Poste Italiane – su artistiche cartoline, affrancate con bolli celebrativi della beatificazione di Giovanni Paolo II.


LE ALTRE NEWS

news precedenti

IN PRIMO PIANO
23/10 - Biomasse, se Frattura revoca i permessi i molisani risarciranno gli imprenditori delle centrali
23/10 - La sicurezza a scuola riparte dai banchi. Premio nazionale in memoria di Luigi Petacciato
23/10 - Terzo licenziamento illegittimo, reintegrato il direttore agricolo: "Azione mirata per farmi fuori"
23/10 - Pagano tasse e suolo pubblico, ma la via è "privata”. La beffa della strada con 34 buche
23/10 - Gerarldine Chaplin sul Red Carpet. E Roan Johnson racconta i giovani italiani
23/10 - Mario Oriente "allontanato" dalla squadra Mobile: lo Sbirro va in pensione
23/10 - Dopo la guerra, la fame e 1000 euro agli scafisti del barcone: "Termoli è la nostra speranza"
23/10 - Boom dell’archeologia: scoperte e ‘cifre’ aspettando un dentino di 600mila anni

 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2012 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006