PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
 

"Una donna che vuole scendere al livello di un uomo manca di ambizione".
P.s.: prima di entrare, pulitevi le scarpe sul tappetino così non ci sporcate la casa

Marito: empatico o paraculo?

di Jane

Venti anni di osservazione diretta, studio approfondito del caso ed analisi non hanno ancora chiarito il mio dilemma: il marito è un soggetto empatico o paraculo?
Credo a tutte sia capitato di constatare la prontezza di riflesso dei neuroni specchio maschili, quelli che si attivano ogni qualvolta alla moglie insorge qualche sofferenza fisica.
Se ti svegli col mal di testa, lui ha un ufo che gli è atterrato sul cranio; se hai il raffreddore lui ha una febbre da fieno da imbottirsi di antistaminici; se hai il mal di schiena - perché è tutta la notte che tieni in braccio il bimbo che non vuol saperne di dormire-, lui ha le ossa rotte. Non solo la schiena, ma tutte: anche quelle del collo, delle gambe e della braccia.
Per esempio il mio, di marito, è finanche capace di ingoiare due tachipirine in supposta vedendomi consultare il termometro. Il morbo che io chiamo “del paraculo” deve però essere ben diffuso anche oltre le mie pereti domestiche perché mentre ero in travaglio (roba che ho preferiti affrontare da sola piuttosto che con i neuroni-specchio al mio fianco) ho sentito un marito al lettino al fianco dire alla moglie nelle mie stesse condizioni: . E mentre lei vomitava in preda alle doglie: .
Approfondite indagini mi hanno tuttavia permesso di rivelare che il soggetto uomo pur in preda al morbo che amplifica in lui tutti i dolori della moglie è però in grado di andare a giocare a calcetto con gli amici, seguire le partite al bar con gli amici, bere birra, cenare o pranzare a casa della madre, e finanche affrontare una corsetta sul lungomare di buon mattino…tutto basta che non gli si chieda di badare ai bimbi e alla casa.
Insomma guai a pronunciare le parole “aiuto” o “fai tu” o “non ce la faccio” che il soggetto in preda al morbo potrebbe trovarsi stramazzato a terra e finanche in barella.
Ne sono quasi certa, altro che empatia questa è una vera malattia!

(Pubblicato il 21/06/2014)

Il Blog delle Ragazze

Commenti

Il Blog delle Ragazze

back


 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2011 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006