PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
CIAK - Termol
 


Diventare… Mamma

di Raffaella Felice

Ebbene si, è successo a tante ed è capitato anche a me. Ormai è dal mese di luglio che mi trovo a vivere questa nuova esperienza: la gravidanza. Se si legge qualunque testo di nutrizione o si cerca su internet cosa sia  la gravidanza  essa viene definita come “ una condizione fisiologica durante la quale i bisogni nutritivi sono aumentati, poiché l’organismo della gestante deve soddisfare le sue necessità nutritive e deve far fronte ai fabbisogni di crescita e sviluppo del feto e  delle strutture materne necessarie ”  Secondo me, definirla  cosi  è molto riduttivo: la gravidanza è fatta di tanti aspetti . Cominci ad accorgerti di tutti i cambiamenti che avvengono dentro di te, perché dentro di te sta nascendo una nuova vita.
 
La notte molte volte hai dolori molto forti al seno perché la ghiandola mammaria si sta preparando per la successiva fase che seguirà il parto : l’allattamento. Un alimento che prima ti piaceva, adesso, ti disgusta solo vederlo e percepirne  l’odore.: io ero una grande consumatrice di caffè, l’odore, adesso mi disgusta.  Ma, il rifiuto di certi alimenti,  come caffè, tè ha una sua spiegazione : le bevande nervine non sono molto salutari per il feto, e il nostro corpo  mette in atto tanti meccanismi per difendere questa vita che è dentro di noi.
 
A quanti di voi  poi sarà capitato    di sentire che la digestione inizia dalla bocca e che bisogna masticare molto lentamente? Credetemi io in questo momento se non mastico  lentamente rischio di non digerire nulla. Mangiare di fretta, non mi è più consentito. Da quando ho scoperto di essere incita  i miei ritmi biologici sono completamenti cambiati: se sono stanca mi devo fermare, non posso stare seduta tanto tempo perché comincio ad avvertire dolori alla schiena e quindi mi devo stendere .
 
Se non avessi cominciato ad ascoltare il mio corpo, sicuramente avrei ancora quel piccolo distacco di  placenta che si era evidenziato alla prima ecografia. Insomma è questo secondo me l ‘aspetto più bello: nasci come figlia e ti riscopri  madre .Ti trovi ad un tratto rivestita di una responsabilità enorme, sai che dentro di te c’è una nuova vita che sta crescendo e che dipende da te in tutto e per tutto e questo già basta  per farti accettare qualsiasi tipo di cambiamento.  E  allora come la si potrebbe definire? Semplice: il  momento in cui si assiste  l’origine della vita.

(Pubblicato il 27/09/2013)

ALIMENTAZIONE & SALUTE

back


 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2012 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006