Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Elezioni 2018, da gennaio su Primonumero.it “Tutti Candidati”

Antonello Barone dialogherà “faccia a faccia” con i protagonisti delle elezioni 2018. “Tutti candidati” è il titolo del nuovo format della kcomunicazione, società di comunicazione politica, prodotto in partnership con Cesare Group trasmesso in esclusiva da Primonumero.it a partire dal prossimo 9 gennaio.

Più informazioni su

Il 2018 sarà un anno importante per il Molise, chiamato al voto sia per le elezioni politiche e sia per quelle regionali. In un solo colpo i molisani selezioneranno tutta la futura classe dirigente: il governatore, 20 consiglieri regionali e 5 parlamentari. Sarà un tornante della storia recente della nostra regione ed è necessario fornire utili strumenti di valutazione ai cittadini. “Tutti candidati” è il titolo del nuovo format della kcomunicazione, società di comunicazione politica, prodotto in partnership con Cesare Group trasmesso in esclusiva da Primonumero.it a partire dal prossimo 9 gennaio.

«Il programma è nato proprio con l’obiettivo di offrire agli utenti della rete del Molise l’occasione di conoscere al meglio i candidati alle prossime elezioni politiche e regionali» conferma il direttore della kcomunicazione, Antonello Barone, ideatore e conduttore del programma ed esperto di marketing elettorale con oltre 50 campagne elettorali alle spalle.


Perché la scelta dei faccia faccia televisivi, per un programma sul web?
«Grazie alle immagini video l’elettore può leggere il doppio registro comunicativo dei candidati: quello delle parole e quello del corpo. Uno sguardo, un tremolio della voce, un sopracciglio inarcato a volte raccontano molto di più di una bella frase scritta sul quotidiano o su una news in rete. Cercheremo di far emergere la verità dell’uomo o della donna che si cela dietro la maschera del candidato. Per farlo occorre un registro riconoscibile e qualità nella confezione del prodotto video».


Dopo tanti format ideati e prodotti per raccontare le elezioni, questa volta si mette direttamente le davanti alla telecamera. Perché?
«Con Telodoioilsindaco, Telodoioilpresidentee Poltrone Roventi abbiamo scelto l’effetto glamour affidando la conduzione a brave professioniste. Politicar, invece, è stato un format più smart e con standard qualitativi essenziali. Quest’anno abbiamo deciso di produrre un contenitore dalla qualità televisiva. Un format riconoscibile, che possa dare agli elettori elementi oggettivi di valutazione. Dopo 20 anni di lavoro a contatto con i politici, per rispondere alla sua domanda, ho ritenuto che un dialogo diretto senza intermediazioni con gli intervistati potesse risultare più efficace per il buon esito del programma».


Qual è il modello a quale si è ispirato?
«Saranno dei veri e propri faccia a faccia: domande serrate, risposte veloci. Interruzioni per impedire gli autoincensamenti. Ci siamo ispirati al re del genere, Minoli, senza ovviamente la pretesa di eguagliarlo, ma con l’ambizione di offrire un prodotto visivo di qualità per gli utenti di Primonumero.it».


Cosa si aspetta?
«Mi auguro consapevolezza da parte dei politici: correre il rischio di dialogare senza reti di protezione davanti a una telecamera rende più genuina la loro immagine e più efficace la loro capacità di convincimento. Spero, in ultimo, ma è la cosa che mi sta più a cuore, che gli elettori, soprattuto quelli delusi e quelli intenzionati ad astenersi, possano trarre spunto dalla visione di “Tutti candidati” per le loro scelte, decidendo di votare persone valutate rispetto alla preparazione e alla passione. L’Italia e il Molise hanno bisogno di politici competenti, sceglierli bene spetta a tutti noi».

Più informazioni su