Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Scontro sulla provinciale 40, 26enne trasferito a Teramo in prognosi riservata

Il 26enne di Portocannone alla guida della Fiat Coupé bianca è stato trasferito nel presidio ospedaliero abruzzese dopo essere arrivato in gravi condizioni al San Timoteo di Termoli. Il 17enne con lui in auto invece è stato dimesso con 30 giorni di prognosi. Gli altri due occupanti della Lancia Ypsilon stanno bene. I Carabinieri della compagnia di Termoli stanno lavorando per ricostruire la dinamica dell’impatto frontale. Forse un sorpasso azzardato o l’alta velocità ha sbalzato nei campi l’utilitaria bianca che si è ribaltata ieri sera 30 dicembre sulla Sp 40.

Più informazioni su

Sono gravi le condizioni del 26enne che ieri sera 30 dicembre era alla guida della Fiat Coupé bianca che si è scontrata al chilometro 5 della strada provinciale 40 che da Portocannone conduce a Campomarino. Il giovane di Portocannone è stato trasferito d’urgenza nella notte all’ospedale di Teramo, struttura specializzata, per curare le gravi ferite riportate nello scontro e nel ribaltamento della sua auto che ha urtato a forte velocità una Lancia Ypsilon proveniente da Portocannone e diretta verso la costa.

La sua Coupé invece procedeva in direzione opposta ed è finita nei campi rovesciata. Ferito oltre a lui anche il diciassettenne che sedeva sul lato passeggero e che è stato trasportato in ospedale al San Timoteo di Termoli, ma è stato dimesso nelle scorse ore con 30 giorni di prognosi. Meno gravi le condizioni dei due di san Martino in Pensilis che erano all’interno della Lancia Ypsilon e che hanno riportato per fortuna ferite non così gravi.

Sono stati decisivi gli interventi del 118 e dei vigili del fuoco di Termoli che hanno dovuto estrarre dalle lamiere il ferito più grave. I Carabinieri della compagnia di Termoli sono intervenuti per i rilievi e hanno avviato le indagini per cercare di ricostruire la dinamica. Si pensa che possa esserci un sorpasso azzardato o con maggiore probabilità l’alta velocità dietro questo scontro che avrebbe potuto avere anche conseguenze ben più gravi.

Più informazioni su