Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Maitunate, tutto pronto. Sfida a colpi di stornelli e auguri in rima per l’edizione numero 318

Si rinnova la tradizionale festa di Capodanno a Gambatesa dove da sabato 30, e fino alla sera del 1 gennaio, il paese sarà letteralmente invaso da 400 strumentisti pronti a sfidarsi a colpi di rime e sfottò. Quest’anno la manifestazione sarà gemellata col gruppo dei Bufù Kalena di Casacalenda e trasmessa in diretta streaming.

Più informazioni su

Quindici gruppi, per un totale di 400 strumentisti, porteranno stornelli e sfottò – a suon di bufù e altri strumenti tradizionali – per le vie di Gambatesa: sono questi i numeri della 318esima edizione delle Maiunate. Una tradizione antichissima e molto sentita dalla piccola comunità molisana che strizza l’occhio anche alla valorizzazione del territorio, alla cultura e al turismo itinerante. Se la musica la farà da padrona, infatti, ampio spazio sarà dedicato anche all’enogastronomia, alle visite guidate al centro storico, ai laboratori e agli spettacoli pirotecnici.
La festa, organizzata dall’associazione culturale “I Maiutunat”, in collaborazione con il Comune di Gambatesa, il club Campeggio Molise e l’Auser Gambatesa, inizierà il 30 dicembre alle 18 da piazza Municipio con la terza edizione di “Maitunatavola”, un evento definito “EnoGastroCulturale” in cui sarà possibile degustare piatti di cucina locale accompagnati da musica e maitunat’. L’associazione promotrice presenterà per l’occasione un cofanetto multimediale in omaggio al grande cantautore satirico Mario Di Renzo, recentemente scomparso. E sempre sabato ci sarà inoltre l’esibizione della “Scuola delle Maitunat”, un laboratorio canoro-musicale che ha coinvolto i bambini della scuola elementare.

Dopo il gemellaggio con i canti augurali delle “Pasquette” dello scorso anno, nel 2017 le maitunate incontrano il gruppo “Bufù Kalena” di Casacalenda che proporrà il proprio tradizionale spettacolo anch’esso tipico del capodanno. Prevista infine la donazione al Comune di Gambatesa, da parte dello scultore Antonio Di Maria, delle tre statue in pietra che compongono il trittico definito “La maitunata”. Al termine delle esibizioni la festa continuerà con polenta e vino rosso nella tensostruttura riscaldata in Piazza V. Emanuele III.

Nella mattinata del 31 dicembre prenderà il via il “9° raduno delle Maitunat’” con l’arrivo di camperisti provenienti da ogni parte d’Italia. L’intera mattinata sarà dedicata alla visita del Castello, delle chiese e del centro storico. Nel pomeriggio il prologo della lunga “Notte delle Maitunat” con l’accensione del grande falò in Piazza Vittorio Emanuele alle 16 e 30 e con il classico appuntamento della messa di Ringraziamento (alle 17.30) e successiva benedizione delle ‘squadre’ in Largo Castello. Alla benedizione seguirà l’anteprima “Maitunat’” che segna l’inizio ufficiale della “Notte delle Maitunat’”.
Impossibile chiudersi in casa alla ricerca di un po’ di tranquillità: è noto che gli strumentisti visitano case di parenti, amici e notabili del paese per gli auguri improvvisando l’antico stornello delle “Maitunat’” ed esibendosi in brani musicali. La festa andrà avanti per tutta la notte dopo il primo brindisi di mezzanotte in piazza Municipio e i fuochi.

Il mattino del 1 gennaio inizierà con una abbondante colazione coi camperisti mentre dalle ore 15 e 30 sarà Piazza Vittorio Emanuele ad ospitare la gara di squadre e cantori sul palco fino alle 20 con un altro spettacolo pirotecnico conclusivo.
Stand enogastronomici e possibilità di cenare durante tutta la manifestazione in una struttura riscaldata al centro del paese, oltre a un concorso fotografico sono le novità del 2017.
La festa sarà trasmessa in diretta streaming sul sito: www.maitunat.it.

Più informazioni su