Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

15 stand per sua Eccellenza l’Enogastronomia. Bobo: “Questa terra è baciata da Dio”

Lo chef nato a Rimini ma da più di 40 anni trapiantato in città ha un hobby che lo impegna ogni lunedì: girare il Molise per scovare i produttori e gli artigiani dei prodotti. «Questa regione è baciata da Dio, è una forza, ma devono essere i molisani i primi a conoscerla. L’enogastronomia è una cultura, perchè i turisti vogliono conoscere territorio, storia e sapori». Per questo ogni venerdì in piazza Monumento una quindicina di stand metteranno in esposizione i prodotti del territorio: tartufi, formaggi, salumi, miele per la degustazione e per la vendita.

Più informazioni su

Se prima era l’Agrisummer festival, adesso è “Sua eccellenza l’Enogastronomia”. Con le dovute differenze, a partire dalla location – non più il borgo antico, ma piazza Monumento in centro – ma con un elemento in comune: i prodotti della terra molisana e ancor prima i produttori e gli artigiani, quelli che di giorno e di notte nascosti tra le terre molisane, lavorano per produrre formaggi, vino, olio, salumi, miele, confetture e tanti altri prodotti.

Da venerdì 21 luglio e ogni venerdì dalle 18 alle 22, i produttori saranno nello spazio della piazza che affaccia su Corso Nazionale per presentare, offrire degustazioni e vendere i loro prodotti. L’iniziativa che vede come protagonista anche in questa sessantesima estate termolese le eccellenze molisane da promuovere tra i cittadini e tra i turisti, è stata presentata giovedì mattina, 20 luglio, in Comune alla presenza di untestimonial d’eccezione: lo chef Bobo Vincenzi.

Nato a Rimini, ma da 40 anni in città a Termoli «dove ho frequentato le scuola dalle suore al paese vecchio», Bobo ha svelato la sua grande passione, «il mio hobby del lunedì: viaggiare e girare per il Molise, fare anche quattrocento chilometri perscovare gli artigiani che lavorano il latte, producono ricotta, formaggi e poi olio, vino, i tartufi e tanto altro, conoscere loro e i loro prodotti. Loro fanno fatica a farsi conoscere eppure sarebbe facile visto che i turisti adesso vogliono esplorare il territorio, conoscere non solo i paesaggi, ma anche la storia, la cultura e anche i prodotti. Il Molise è una terra baciata da Dio, io ne parlo sempre anche quando vado nella mia città a Borgo San Giovanni, ne ho parlato durante la festa dedicata a Fellini: due giorni e due notti di eventi con duecento mila persone, mi hanno dato il permesso di parlare del Molise e io l’ho fatto perchè ci tengo a questa terra, mi avevano proposto di lasciarla per tornare nella mia terra natale, ma io non riesco a staccarmi».

Nel corso della presentazione, il sindaco di Termoli Angelo Sbrocca ha sottolineato l’impegno dell’Amministrazione «perchè teniamo anche a questo aspetto e a questo elemento, pensiamo infatti di rendere questo appuntamento costante nel periodo invernale, magari nel fine settimana e nel periodo di Natale per allargare la conoscenza dei prodotti».

«Abbiamo scelto il venerdì – ha aggiunto Michele Macchiagodena, delegato alla cultura – perchè è all’inizio del fine settimana, quando c’è gente, è trainante anche per gli altri eventi. Ringraziamo anche la signora Di Martino che si è occupata del coordinamento dei produttori». «Saremo presenti – ha aggiunto Di Martino – anche in base ai nostri impegni già presi, per cui ogni tanto non saremo tutti».

«E’ importante – ha aggiunto Bobo – che i primi a conoscere la loro terra e tutte le sue caratteristiche siano i molisani».
Questi i produttori presenti con gli stand:
La Cantina di Remo con vino Tintilia da Ferrazzano;

Pasticceria Torzi da Castelmauro;

Delizie di Monte Matteo con i frutti di bosco da Bonefro;

Apicoltura La Valle del Cigno con miele, polline, pappareale e propoli da Sant’Elia a Pianisi;

Az Agr. Biologica di Martino con sott’oli, confetture passata da San Martino in Pensilis;

La Fonte Nuova con i formaggi da Casacalenda;

Pig la Pampanella da San Martino in Pensilis;

Apicoltura Dario Trucco con miele, polline, papparale e propoli da Petrelle Tifernina;

Fonte Santa Maria con farine, legumi, olio extra vergine da Montorio;

Oleificio Stante con olio extravergine di oliva da Montenero;

Le birre del mistero del Birrificio artigianale di Campobasso;

Sabetta Angelo con i tartufi da Campobasso;

Fiore Marzio con la canapa da Termoli;

Mario Borraro con i formaggi da Castropignano;

Macelleria Berchicci Salumi da San Giacomo;

Le miccole con i legumi da Capracotta;

Compagnia della panificazione con il pane da Guglionesi;

Caseificio come una volta con i formaggi da Pietracatella;

Caseificio Colaciello con i formaggi da Molise;

Agriturismo il Giardino dei Ciliegi con la fattoria sociale da Montemitro;

Caciocavallo del Matese con i formaggi da San Massimo;

Angelo Palumbo con i tartufi.

Più informazioni su