Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Bojano bipartisan: nella nuova Giunta “allargata” entra consigliera di opposizione

Più informazioni su

Michelina Iannetta esce dall’esecutivo, e al suo posto entra un’altra donna. Si tratta di Anna Carmen Perrella, candidata alle ultime elezioni con una delle liste che si trovano in minoranza, Bojano Domani, guidata da Massimo Romano. Finisce così, con una scelta in un certo senso annunciata, che allarga la maggioranza a esponenti dell’opposizione, la tormentata settimana amministrativa di Bojano, dove il sindaco Marco Di Biase, salvato in extremis da un consigliere di opposizione durante il voto sul bilancio, ha azzerato la Giunta.
Ieri il primo cittadino, al termine della riunione, hafirmato i decreti di nomina del nuovo esecutivo. Fuori l’esterna Michelina Iannetta, titolare di cultura, pubblica istruzione e rapporti con le istituzioni scolastiche, oltre a pari opportunità.Anna Carmen Perrella, impegnata nei progetti sui Molisani nel Mondo, aveva ottenuto oltre 150 preferenze candidandosi nella lista di Massimo Romano, il più deciso oppositore del sindaco appoggiato da Frattura.

Confermato nel nuovo esecutivo Virgilio Spina, il vicesindaco, Clementina Columbo, entrata da un paio di mesi nella Giunta, e Donato Toma, residente a Campobasso, revisore dei conti e docente a contratto presso la cattedra di Economia degli intermediari finanziari dell’Università degli studi del Molise, ex assessore esterno a Campobasso con la giunta di Gino Di Bartolomeo.
Le manovre delle ultime ore, se “risolvono” la crisi interna che ha coinvolto il sindaco Di Biase, rischiando di travolgerlo e destituirlo per mancanza di numeri, aprono a una serie di interrogativi. Anche sul futuro politica della stessa neo assessora, scelta non in sintonia totale con il leader della lista Bojano Domani, quel Massimo Romano che fino alla fine avrebbe posto veti su una ricomposizione dell’esecutivo pure in forma allargata.

Un altro consigliere dello stesso gruppo di Romano, Carlo Antonio Perrella, figlio di Angela Fusco, per anni la potente assessora braccio destro di Michele Iorio, aveva salvato Di Biase dalla capitolazione, consentendo al bilancio è passato sul filo di lana. «L’ho fatto per senso di responsabilità – aveva commentato – e perché il sindaco ha dichiarato che la sua amministrazione ha un’appartenenza civica, non è né di centrosinistra né di centrodestra, e ha aperto a quelle forze politiche che intendono collaborare per gli interessi della città». Perrella però si era però autosospeso dal gruppo ‘Bojano domani’. La “lunga estate calda” del Comune potrebbe non essere affatto terminata.

Più informazioni su