Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Quando le maestre diventano di famiglia: “Grazie a voi i nostri figli stanno diventando grandi” foto

I genitori della sezione Coccinelle del nido comunale di Termoli hanno pensato ad un regalo speciale e ad una sorpresa per le insegnanti dei loro bambini: un grazie pubblico, da condividere con i lettori, per gli anni trascorsi insieme ai loro figli nella scuola di via Volturno. «Grazie per l’affetto, la fiducia che ci avete dimostrato, la cura con cui avete accolto i nostri bambini, grazie perché con voi sono cresciuti e hanno imparato tanto».

Più informazioni su

Portare un figlio a scuola è come un’altalena di emozioni. Da una parte la consapevolezza di un mondo nuovo che piacerà, dall’altra i sensi di colpa per lasciare un bimbo nelle mani di chi non si conosce ed è totalmente uno sconosciuto, a causa del lavoro che chiama e che è fondamentale per una famiglia. Ma se si trovano fiducia, bravura e insegnanti sempre disponibili e gentili anche l’asilo nido diventa più bello e a mamma e papà, per quanto possibile, i sensi di colpa vanno via. Come è successo ai genitori della sezione Coccinelle dell’asilo nido comunale di Termoli, quello del quartiere San Pietro, a pochi passi dalla chiesa.

Per loro e soprattutto per i più piccoli quell’ambiente è familiare, tanto che «la mattina anche il risveglio è diventato un momento di gioia – raccontano le mamme a pochi giorni dalla fine della scuola – e i bimbi sono i primi a voler andare all’asilo». E proprio ora, quando mancano solo poche ore alla cerimonia di consegna dei diplomi per salutare i bimbi che andranno alla scuola dell’infanzia, le mamme di Alex, Chiara, Egon, Mario, Ginevra, Francesca, Benedetta, Eufelia, Maria, Iris, Ibrahim, Giulia, Razvan ed Eloise, hanno pensato ad un regalo speciale e molto particolare per ringraziare quelle maestre «diventate di famiglia a cui ogni giorno abbiamo lasciato i nostri figli, ci fidiamo di loro totalmente». Hanno scelto un ringraziamento pubblico, da condividere con i lettori a cui raccontare anche la loro esperienza di vita degli ultimi tre anni con le loro insegnanti ed educatrici: Elisabetta Ciliberto, Nunzia Corbo, Mariadele Mancini, Valentina Iurescia e Lucia Colledanchise.

Nei loro racconti, con gli occhi pieni di gioia per le persone incontrate e un filo di tristezza visto le nuove avventure di cui saranno protagonisti a partire da settembre con i loro pargoli, parole semplici ma di totale ammirazione e gratitudine per quelle donne che hanno accolto i nostri piccoli «quando nemmeno camminavano e non parlavano– raccontano ripensando ai primi periodi di scuola – con loro hanno raggiunto traguardi meravigliosi: hanno pronunciato le prime parole e hanno anche imparato tanto e sono cresciuti».

«Non possiamo far altro che ringraziare loro e tutte le persone che lavorano lì, questi anni sono trascorsi veloci e sono stati bellissimi, abbiamo incontrato sul nostro cammino e su quello dei nostri figli delle persone eccezionali, che ci hanno trasmesso subito fiducia e una grande passione per il loro lavoro. A voi, maestre, semplicemente grazie».

Più informazioni su