Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Cani avvelenati e paura a Difesa Grande, parte la denuncia. La Polizia municipale indaga foto

Ancora casi di avvelenamento di cani a Difesa Grande. Gli ultimi episodi sono stati segnalati nei pressi del nuovo campo sportivo. Grazie ai residenti gli animali sono riusciti a superare l’emergenza ma restano lo sdegno per quanto accaduto e la condanna di un gesto vigliacco. Parte la denuncia a Procura, Carabinieri e Polizia municipale: indagini in corso e un cartello mette in guardia dai possibili rischi.

Più informazioni su

Sono stati i residenti a evitare il peggio grazie ai soccorsi prestati subito per salvare gli amici a quattro zampe. Randagi, che non davano fastidio a nessuno, considerati un po’ come parte della grande famiglia del quartiere di Difesa Grande. Probabilmente non per tutti, se qualche persona senza scrupoli ha pensato di piazzare delle esche avvelenate nei pressi del nuovo campo sportivo. Qui due cani sono stati trovati in gravi condizioni e sono scampati alla morte grazie al tempestivo intervento di alcuni residenti che non li hanno abbandonati. Non è la prima volta che succede e più di qualcuno ha segnalato una situazione inaccettabile.

Fatto sta che ora si inizia a parlare di denunce e del coinvolgimento della Procura della Repubblica, dei Carabinieri e della Polizia municipale. Proprio i vigili, coordinati dal comandante, Massimo Albanese, hanno avviato le prime indagini per stabilire la sostanza contenuta in queste polpette e cercare di raccogliere elementi utili finalizzati a risalire al responsabile o ai responsabili. Dai primi riscontri si tratterebbe proprio di casi di avvelenamento ma gli accertamenti del personale di polizia municiapale, che in questo caso svolge attività di polizia giudiziaria, continuano per dare una risposta alla comunità.

Tanti residenti sono davvero amareggiati per quanto accaduto ai randagi e temono anche per i propri amici a quattro zampe. Una condanna senza mezzi termini per un gesto vigliacco e compiuto da persone senza cuore che mettono a rischio la vita degli animali.
Un invito anche a segnalare possibili movimenti sospetti per fare chiarezza sull’accaduto ed evitare anche nuovi possibili casi ai avvelenamento. I controlli continuano ma anche i cittadini sono chiamati a collaborare. Intanto, un cartello piazzato nei pressi del nuovo campo sportivo mette tutti in guardia dalla eventuale presenza di bocconi avvelenati.

Più informazioni su