Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Fanno esplodere bancomat e portano via oltre 20mila euro. Caccia ai rapinatori della Mercedes bianca

Ancora un colpo dinamitardo in Molise. Durante la notte scorsa è stato fatto saltare il bancomat dell’ufficio postale di Santa Croce di Magliano: una forte esplosione ha svegliato i residenti della zona I Casale, che hanno dato l’allarme. Ma i banditi erano già fuggiti con un bottino che, in base alle prime stime, si aggira sui 25mila euro. L’erogatore era stato appena rifornito per il week-end festivo. La rapina ricalca la stessa modalità già messa in azione diverse volte. Indagano i carabinieri di Larino, che stanno seguendo la pista del foggiano. Alcuni residenti, svegliati dal botto, hanno visto una Mercedes bianca che si allontanava a tutto gas.

Più informazioni su

Solo due settimane fa il colpo notturno alla Banca popolare per l’Emilia Romagna di via IV Novembre a Campobasso. I ladri che hanno sfondato una porta con l’auto e poi hanno fatto esplodere l’erogatore di denaro, portandosi via circa 22mila euro.

La notte scorsa a Santa Croce di Magliano è successo qualcosa di simile, che ricalca un “modus operandi” – sostengono i carabinieri di Larino, che stanno indagando sull’episodio – messo in azione con frequenza, probabilmente da bande specializzate che provengono dalla zona del foggiano e da contesti di criminalità organizzata.

Il bancomat dell’Ufficio Postale di Santa Croce di Magliano, in via I Casale, è stato fatto saltare con dell’esplosivo. Probabilmente è stato usato del tritolo che ha sventrato la sportello, otre alla porta di ingresso, consentendo ai banditi un facile accesso al contenuto.

La detonazione ha svegliato i residenti della zona, che si trova abbastanza vicino alla Provinciale 40, utilizzata come via di fuga, poco dopo le 2 e 30 della notte. L’allarme è stato lanciato immediatamente ma quando sono arrivati i carabinieri della stazione locale, raggiunti subito dopo dai colleghi del Nucleo Operativo di Larino, i ladri erano fuggiti con un bottino che, in base alle stime iniziali, si aggira sui venticinquemila euro.

Contrariamente ai precedenti, il colpo è avvenuto la notte prima del venerdì invece della notte prima del sabato, come di consueto. Ma questo solo perchè oggi, 2 giugno, è un festivo, e le Poste che nella giornata odierna restano chiuse avevano già rifornito di un quantitativo di denaro liquido l’erogatore, proprio in vista del fine settimana lungo.

Posti di blocco sono stati predisposti sulle strade principali, ma finora le indagini affidate ai militari di Larino non hanno dato risultati positivi. Si confida in qualche elemento utile nei filmati della telecamera di sorveglianza. La segnalazione ritenuta più interessante è quella che arriva da alcuni residenti svegliati dal botto, che spaventati si sono affacciati alle finestre e hanno visto una Mercedes di colore bianco che si allontanava a tutto gas dal bancomat sventrato.

Più informazioni su