Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Attentato di Manchester, Ariana Grande ha origini molisane. Sconcerto e dolore nel paese degli avi

Provenivano da Gildone, piccolo Comune molisano non lontano dalla Puglia i bisnonni della cantante pop americana Ariana Grande, protagonista lunedì 22 maggio del concerto concluso con un attentato kamikaze che ha fatto 22 morti e oltre 60 feriti alla Manchester Arena, in Inghilterra. Non c’è nessun italiano coinvolto ma l’orrore tocca chiaramente anche il nostro Paese e in particolare la piccola comunità da dove partirono gli antenati dell’artista. «Siamo sconcertati» ha commentato il sindaco.

Più informazioni su

Lo sconcerto per l’attentato di Manchester tocca anche l’Italia e in particolare il Molise. Ha infatti origini di Gildone Ariana Grande, la cantante pop che aveva appena finito di esibirsi ieri sera nella Manchester Arena dove un kamikaze si è fatto esplodere uccidendo 22 persone e ferendone almeno altre 60. La conferma arriva questa mattina dalle parole del sindaco Nicola Vecchiullo che ha commentato all’Ansa quanto accaduto.

«Siamo sconcertatati per quanto è accaduto la notte scorsa a Manchester, la nostra piccola comunità lo è ancora di più per il legame che c’è con Ariana Grande». Si sa infatti che all’inizio del Novecento i bisnonni di Ariana Grande emigrarono in America e la notizia è confermata dall’associazione dei Gildonesi a Montreal che tra l’altro ha pubblicato alcune foto di gildonesi ai concerti di Ariana Grande, ritratti insieme alla mamma della cantante, Joan Grande.

Sempre il sindaco ha aggiunto che «I bisnonni di Ariana, Antonio Grande e Filomena Lavenditti emigrarono da Gildone verso l’America nel 1912. Grande è ancora oggi un cognome diffuso nel nostro paese anche se tanti sono emigrati in Belgio e in America. Negli anni cinquanta a Gildone c’erano tremila abitanti, oggi siamo solo ottocento».

Intanto le conseguenze dell’attentato alla Manchester Arena non si fanno attendere. La strage in Inghilterra ha portato l’entourage dell’artista 23enne, nota soprattutto a un pubblico di teenager, ad annullare il resto del tour in Europa e quindi anche i concerti in programma in Italia, a Roma e a Torino, nel prossimo giugno. L’artista per fortuna non ha riportato conseguenze fisiche da quanto accaduto appena dopo la sua esibizione a Manchester. Tuttavia la giovane nativa della Florida si è dichiarata “devastata” per quanto successo.

Più informazioni su