Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Un sorriso per un bambino abbandonato, l’associazione Ernesto aiuta ad adottarlo

L’associazione di volontariato Ernesto rappresenta un punto di riferimento per tutte le famiglie che vogliono adottare un bambino. Nata nel 2003, grazie all’iniziativa di una coppia di genitori che ha realizzato il proprio progetto di adozione, negli anni si è consolidata e promuove anche numerose attività dedicate alla tutela dei diritti dell’infanzia. L’associazione si occupa delle adozioni di minori in reale stato di abbandono in Ungheria presi in carico dalle istituzioni locali e accompagna le coppie che vogliono adottare un bambino prima, durante e dopo il percorso di adozione fornendo un’assistenza completa. Uno sportello informativo è attivo anche a Termoli (e per il Molise) e di recente anche famiglie che vivono nei paesi limitrofi sono rientrate in Italia dopo aver adottato un bambino. Per conoscere da vicino l’associazione e incontrare delle famiglie adottive o che sono in procinto di partire è in programma il prossimo 17 giugno, a Macerata, una grande festa aperta a tutti.

Più informazioni su

Le famiglie adottive sono entusiaste e vivono anche in alcuni comuni limitrofi dell’Abruzzo e del Molise. Rientrate in Italia con un sorriso e in un abbraccio condiviso: hanno adottato dei bambini abbandonati, presi in carico dalle istituzioni attraverso istituti, case famiglia o dalle famiglie locali affidatarie e che ora sono a tutti gli effetti i loro figli e possono iniziare una nuova vita. Ad accompagnare i genitori lungo questo percorso è stata l’associazione di volontariato ’Ernesto’ che da anni è impegnata in questo settore, in particolare nelle adozioni internazionali tra l’Italia e l’Ungheria. Una realtà, autorizzata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Commissione per le Adozioni Internazionali che nasce nel novembre 2003 grazie all’iniziativa di una coppia di genitori che, realizzato il proprio progetto di adozione, ha voluto portare avanti l’impegno nei confronti dei bambini abbandonati. Non a caso il nome della onlus è stato scelto in onore del loro sogno realizzato, il loro primo splendido figlio adottato nel 2002. Altre coppie adottive hanno successivamente contribuito con il loro impegno alla crescita dell’Associazione.

L’associazione Ernesto è attiva in tutta Italia e, in sostanza, si offre come un punto di riferimento per tutte le coppie che hanno intenzione di adottare un bambino. Accompagna proprio quelli che si apprestano a diventare genitori prima, durante e dopo il percorso di adozione. Non solo a livello di procedure e di questioni legali e burocratiche ma fornendo anche assistenza psicologica, sociale e vicinanza per gestire al meglio questa esperienza. Tra i principali servizi ci sono quindi l’informazione, la preparazione e l’assistenza alle coppie nella procedura di adozione e di assistenza nel post-adozione con professionisti qualificati (assistente sociale, psicologo, pedagogista, medico, avvocato); assistenza alle famiglie all’estero, con professionisti come l’inteprete, l’accompagnatore e lo psicologo. Ma tra le finalità dell’associazione ci sono anche attività e progetti di cooperazione e sussidiarietà in Ungheria.

L’associazione si basa su uno statuto che definisce i principi e gli scopi. Tra questi si evidenzia che «l’interesse del minore è fondamentale e superiore a qualsiasi altro; ogni minore, per lo sviluppo completo ed armonico della sua personalità, deve crescere in un ambiente familiare pervaso da un clima di serenità, di amore e di comprensione; ogni minore deve avere una concreta possibilità di realizzarsi e di inserirsi attivamente nella società di cui è parte».
Secondo l’associazione va combattuta senza tregua ogni attività che non sia finalizzata al bene del minore. Pertanto, l’associazione intende operare per «la realizzazione dell’adozione internazionale con esclusivo riferimento a minori, in reale situazione di abbandono, per i quali il bene insostituibile della famiglia non poteva in alcun modo essere recuperato nell’ambito della loro comunità di origine. Pensiamo, dunque, all’adozione internazionale come concreto riconoscimento dell’uguaglianza di tutti i minori e del loro fondamentale diritto alla famiglia, ambiente insostituibile in cui si realizzano le condizioni necessarie per l’equilibrato sviluppo del bambino».

Chi può rivolgersi all’associazione Ernesto? «Possono farlo – spiega l’avvocato Luca Cappella, volontario e referente per la zona di Termoli e dell’intero Molise – tutte le coppie che sono già in possesso del decreto di idoneità all’adozione da parte del Tribunale per i minorenni ma anche le coppie che hanno deciso o vorrebbero adottare un bambino ma non conoscono le procedure e vorrebbero ricevere delle semplici informazioni al riguardo. Noi siamo a disposizione».
Per conoscere da vicino l’associazione e incontrare delle famiglie che hanno già adottato un bambino in Ungheria o sono in procinto di partire è in programma il prossimo 17 giugno, a Macerata, una grande festa aperta a tutti.
È possibile consultare il sito internet ufficiale: www.associazionernesto.it
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/assiciazioneernesto/
Contatto del referente dello sportello di Termoli: avvocato Luca Cappella 3485946425

Più informazioni su