Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Buio pesto sul cavalcavia e nel parcheggio degli operai: l’unico lampione è senza lampadina

I dipendenti della Sevel, l’azienda di Atessa in cui lavorano molti bassomolisani, denunciano il pericolo allo svincolo per Termoli e Guglionesi della Statale 647, dove lasciano le auto per prendere l’autobus che li porta in fabbrica. La zona è avvolta dalle tenebre, col rischio «di investire animali e pedoni che attraversano» perchè l’unico palo elettrico non ha la lampada da mesi. «E si rischiano anche furti e tentativi di scasso alle auto. Ma ci vuole tanto a risolvere un problema del genere?»

Più informazioni su

L’unico lampione che serve la zona tra il cavalcavia per la Bifernina e lo sterrato dove gli operai della Sevel (e non solo loro) parcheggiano le auto per prendere l’autobus che li porta in fabbrica non funziona.

Svetta senza lampadina da diversi mesi, con la conseguenza che l’intera area, al calare del sole, vieneavvolta dal buio più fitto. E non è solo un problema che si riflette direttamente sul rischio di furti e tentativi di scasso sulle vetture lasciate in sosta una notte intera, mentre i rispettivi proprietari sono al lavoro nello stabilimento di Atessa.

Il pericolo – ed è un pericolo serio – è anche quello diinvestire animali e pedoni, quanti attraversano quel tratto di strada per prendere gli autobus che fanno la spola tra la costa e il capoluogo di regione.

Diverse le segnalazioni che arrivano dai dipendenti Sevel e non solo da loro. In modo particolare i cittadini di Guglionesi usufruiscono di quel parcheggio per recarsi al lavoro con il pullman, sia verso la Val di Sangro dove si trova la Sevel, sia in direzione Campobasso.
«È mai possibile che siamo costretti aprocedere con torce o le luci degli smartphone?» domandano esasperati i cittadini che inutilmente hanno segnalato il disagio agli organi preposti.

L’area d’altra parte non è nuova a furti e atti vandalici, e negli ultimi tempi diversi sono stati gli animali investiti anche a causa del buio fitto che impedisce una visuale sufficiente a evitare incidenti di questo tipo.
Basterebbe inserire una comunissima lampadina nel palo della pubblica illuminazione sopra il cavalcavia tra la statale 647 e la bretella di collegamento con il Comune di Guglionesi per risolvere, o almeno arginare, il disagio.

Invece quel lampione è desolatamente “vuoto” da molti mesi, con la conseguenza che i pericoli su un tratto di strada dove purtroppo si viaggia spesso a velocità elevate, si moltiplicano. Come spesso accade, nella indifferenza generale e con il timore che possa accadere il peggio.

Più informazioni su