Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

La spesa etnica da Irfan. “I miei clienti? Molti romeni. Ma voi andate pazzi per la curcuma”

Spezie da ogni angolo del pianete, carne macellata secondo la legge islamica e introvabili bottiglioni di Fanta all’uva particolarmente apprezzati dai romeni che sono i clienti più affezionati di "Tutti i sapori del mondo". Si trova in via Mazzini il primo alimentari etnico della città, è stato inaugurato lo scorso dicembre ed è gestito da una coppia mista: afgano lui, campobassana lei. "Vivo in questa città da due anni ma solo ora che ho il negozio e parlo con la gente del posto mi sento veramente integrato".

Più informazioni su

Irfan vive a Campobasso da due anni: fidanzato con una ragazza del posto, arriva dal lontano Afghanistan e di se stesso dice: «Solo ora che ho un negozio su strada e parlo con la gente che vive in questa città inizio a sentirmi davvero integrato».
La vita prima per lui era molto diversa: meno autonoma, meno sociale, del resto non basta avere un permesso di soggiorno in regola per sentirsi a casa in un luogo che dista centinaia e centinaia di chilometri da dove sono le tue radici.
A dicembre del 2016 Irfan Ullah e la sua Daniela hanno inaugurato un’attività molto particolare: si tratta del primo alimentari etnico della città. “Tutti i sapori del mondo” si trova nella centralissima via Mazzini ed è il classico negozietto in cui trovare prodotti stranieri come se ne vedono da decenni nelle grandi città.
«Campobasso ha accolto bene questa novità – racconta il 22enne afghano – voi consumate molte spezie, curcuma soprattutto». Ma sono i romeni i clienti più affezionati: «Ho scoperto che c’è una comunità ben nutrita qui e piuttosto radicata». E poi ci sono anche i ragazzi dei centri di accoglienza, per la maggior parte musulmani come Irfan ai quali il giovane commerciante offre una importante alternativa alimentare: la carne “halal”, quella non proibita e macellata secondo le prescrizioni islamiche.
«Era un problema per me mangiare carne – spiega Irfan – mi recavo spesso a Foggia per acquistarla». Sensibilizzato dalle sue necessità, ha deciso di dedicare un reparto macelleria nel locale dove i generi in vendita arrivano davvero da ogni angolo del pianeta. Medioriente, Africa, Sud America, Pakistan, Turchia e tanti prodotti in vendita in Romania come l’introvabile Fanta all’Uva «di cui nell’est Europa vanno matti e che comprano in formati più grandi di quelli in vendita in Italia perché loro amano fare scorte».
Un angolo dedicato a Cina e Giappone era d’obbligo sebbene non sia quello a cui Irfan punta: «Il mercato sudamericano è la novità che vogliamo portare qui a breve».
Un modo anche questo per incontrare e integrarsi con le altre popolazioni che si sono stabilizzate in città. Del resto poche cose uniscono più del cibo.

Più informazioni su