Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Montagna di terra occupa la Statale 87 per Campobasso. I pendolari: “Rischiamo la vita”

Ancora emergenza viabilità lungo la Statale 87 per Campobasso. Il fango continua ad invadere la carreggiata e ha ricoperto un’intera corsia. Disagi per tantissimi pendolari che dai centri più interni devono raggiungere ogni giorno il capoluogo di regione per motivi di studio o lavoro. L’appello all’Anas e alla Regione a intervenire prima possibile per rimuovere la terra e liberare la strada evitando ulteriori scivolamenti con la nuova ondata di maltempo delle ultime ore. O, comunque, almeno l’installazione di un semaforo per regolare il senso unico alternato. Pericoli anche di notte.

Più informazioni su

La strada Statale 87 è percorsa ogni giorno da migliaia di pendolari e rappresenta anche una valida alternativa alla Bifernina. Auto, pullman di linea, camion e furgoni conoscono a memoria il tragitto per raggiungere e tornare da Campobasso per motivi di studio e lavoro. Critica però la situazione all’altezza di Monacilioni, tra gli svincoli di Campolieto e Sant’Elia a Pianisi. Un grosso smottamento ha letteralmente invaso la strada da un pezzo e la carreggiata è percorribile solo lungo una corsia di marcia.

Questa mattina il problema è emerso in tutta la sua emergenza: al fango e alla terra sulla corsia si sono aggiunti la nebbia e qualche fiocco di neve. Risultato: fondo stradale scivoloso, mezzi costretti a rallentare per evitare possibili incidenti se non si rispetta il senso unico alternato. L’appello si rinnova da parte degli stessi pendolari e il video mostra la situazione ripresa intorno alle 13 di mercoledì 19 aprile. «Ma perché nessuno interviene e non si toglie la terra per liberare la strada o si segnala meglio o con un semaforo questo problema? Pensate durante la notte». spiega un giovane studente che sta tornando a casa.

Si tratta, peraltro, di una strada statale e non di un collegamento secondario. Una situazione rappresentata alle istituzioni e all’Anas che gestisce l’arteria che si snoda sul territorio e, di recente, è stata interessata da importanti e necessari interventi di ammodernamento per i quali si aspetta di ultimare alcuni tratti non ancora finiti che andrebbero a migliorare l’intero percorso. E c’è proprio un tratto non completato (a poca distanza dalla frana) che andrebbe segnalato meglio soprattutto di notte, specie per chi percorre la strada tornando da Campobasso: ci si arriva «improvvisamente» e bisogna svoltare. Ma quella frana va sistemata al più presto: con il maltempo la situazione peggiora e il fango potrebbe invadere anche il resto della carreggiata. Almeno installando un semaforo per regolare il senso unico alternato. (FO)

Più informazioni su