Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Rapina a market pugliese con pistola e fuga su auto a noleggio Arrestata coppia di S. Martino

Un 31enne e la sua compagna di 25 anni, residenti a San Martino in Pensilis, sono finiti in manette durante una operazione dei carabinieri di Larino e della stazione locale, che hanno collaborato con i colleghi di San Severo. I due sono accusati di aver rapinato un supermercato di Torremaggiore con una pistola a tamburo, la stessa ritrovata nei loro indumenti durante un controllo nella villa comunale del paese molisano. Addosso avevano anche contante. Lui è stato trasferito nel penitenziario di Larino, lei è ai domiciliari in casa.

Più informazioni su

Questa volta non sono i criminali pugliesi a mettere a segno un colpo in BassoMolise, ma il contrario. Una coppia residente a San Martino in Pensilis è stata infatti arrestato per rapina aggravata: sono considerati gli autori della rapina che ieri pomeriggio – mercoledì – ha interessato un supermercato di Torremaggiore, provincia di Foggia.

I Carabinieri della Compagnia di Larino, coordinati dal maggiore Raffaele Iacuzio con il vicecomandante Biagio Galletta, con i colleghi della stazione del paese, li hanno beccato con l’arma usata per il colpo addosso, e una parte del bottino, che ammonta complessivamente a 600 euro. I due avevano in tasca 350 euro, che gli investigatori ritengono sia il frutto della rapina.
Ma a incastrarli in modo particolare è stata l’arma, una pistola a tamburo ad aria compressa, che il 31enne aveva addosso. Un’arma identica a quella con la quale un uomo col volto parzialmente coperto ha minacciato la cassiera del supermercato di Torremaggiore per farsi consegnare l’incasso.

E’ accaduto ieri pomeriggio attorno alle 15. Un uomo con il volto nascosto dal cappuccio di una felpa azzurra (con il logo di Superman impresso, come in foto) è entrato nel negozio per fare una rapina, trafugando i 600 euro della cassa e dileguandosi su una Lancia Lybra, nella quale ad attenderlo c’era una donna con funzione di “palo”.

Le indagini scattate subito hanno visto la collaborazione dei carabinieri della Compagnia di San Severo con quelli del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Larino e della stazione di San Marino in Pensilis. Sono stati in poco tempo raccolti gravi indizi di colpevolezza sul conto di un uomo e una donna, originari rispettivamente di Torremaggiore ed Ancona ma residenti a San Martino.

I due, rintracciati dai carabinieri nei pressi della villa Comunale del paese molisano, sono stati perquisiti. Avevano appunto una pistola a tamburo ad aria compressa, completa di 6 cartucce, un giaccone blu simile a quello utilizzato nel corso della rapina e 350 euro in contanti. Tutto è stato sequestrato, così come la Lancia Lybra, risultata presa a noleggio e ancora nella loro disponibilità.

L’uomo è stato trasferito nel carcere di Larino e la donna si trova ai domiciliari nella sua abitazione come deciso dalla Procura della Repubblica di Larino che ha coordinato le indagini dirette dal Procuratore Capo Ludovico Vaccaro e dal sostituto Marianna Meo.

Più informazioni su