Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Brexit, sindaco espone tricolore ed esulta su Fb: “Liberi dal giogo inglese”. E’ polemica foto

Nel giorno in cui parte l’iter per l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, Angelo Codagnone, primo cittadino di San Giuliano del Sannio, scrive sul social una frase che scatena il dibattito: "Oggi è un giorno festa per l’Europa, da oggi finalmente ci siamo liberati dalla zavorra e dal giogo inglese, da oggi l’Europa è più libera, da oggi finalmente possiamo incamminarci, al di là delle apparenti negatività, verso una vera confederazione europea".

Più informazioni su

Da stamattina sul municipio di San Giuliano del Sannio è stata esposta la bandiera italiana. I sangiulianesi hanno alzato incuriositi gli occhi verso la balconata interrogandosi sulle ragioni di questa scelta da parte del sindaco Angelo Codagnone il quale, intorno all’ora di pranzo, ha scritto sulla sua bacheca facebook di averlo fatto per esultare in favore dell’uscita dall’Europa della Gran Bretagna.

Iniziano oggi, infatti, i negoziati del governo britannico per l’addio definitivo, dopo 44 anni, dall’Unione Europea a seguito del referendum del 23 giugno 2016 col quale il 51,9 per cento degli inglesi ha votato per l’uscita dall’Ue (contro il 48,1% che ha votato per rimanere). La trattativa sulla cosiddetta Brexit (parola macedonia formata da British ed exit) ha entusiasmato il sindaco Codagnone che ha parlato di «giorno festa per l’Europa» dicendo pure che «da oggi finalmente ci siamo liberati dalla zavorra e dal giogo inglese» e aggiungendo che «oggi l’Europa è più libera e finalmente possiamo incamminarci, al di là delle apparenti negatività, verso una vera confederazione europea. Se i nostri politici fossero lungimiranti capirebbero che una nuova era è iniziata per la creazione di una Europa dei Popoli».

Il post ha scatenato un vivace dibattito a cui ha preso parte anche l’ex presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, originario proprio di San Giuliano. «Io non lo condivido – ha commentato sulla bacheca del primo cittadino – e nemmeno i sangiulianesi e tanta altra gente. Penso che un rappresentante delle Istituzioni non debba dire certe cose» ha ammonito De Matteis che è più europeista del ‘suo’ sindaco, un nostalgico della destra sociale che simpatizza per Marie Le Pen e ha fatto una battaglia la scorsa estate per evitare di accogliere nel suo paese i migranti.

Più informazioni su