Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Ladri spiano i parcheggi: sparite auto nuove e vecchi modelli. Spunta anche una ruspa rubata

Ancora furti di auto in città: nel mirino dei ladri ci sono i modelli più comuni, come le Fiat Panda o le 500L ma anche veicoli di vecchia data per i quali è più difficile trovare pezzi di ricambio. Segnalazioni in piazza Donatori di Sangue, nel pieno centro cittadino ma anche in altre zone. Intanto, proprio stamattina è stato rinvenuto un escavatore rubato nella zona industriale.

Più informazioni su

Non uno, nemmeno cento, ma non sono pochi i furti di auto messi a segno nelle ultime settimane in città. Un passaparola tra i termolesi che riguarda i «casi> di veicoli spariti e finiti chissà dove. Nel mirino dei ladri sembra sia finita piazza Donatori di Sangue. Qui sono avvenuti alcuni dei furti segnalati in questo luogo così centrale che si trova a pochi metri da via Corsica, e consente l’accesso sulla strada principale di accesso alla città che diventa anche una sorta di possibile via di fuga verso la Statale 16 e, presumibilmente, la Puglia. Una raffica di «colpi» che preoccupa la popolazione anche se, stando ai dati, non si tratterebbe di un aumento di questo tipo di episodi criminosi.

Le auto che sono finite nelle mani dei malintenzionati sono quelle, in sostanza, più comuni. Tra queste le Fiat Panda, le 500 L e altri veicoli molto diffusi ma c’è anche un altro aspetto. A fare «gola» ai ladri ci sono anche auto di molti anni fa per le quali non è facile trovare dei pezzi di ricambio. Questi mezzi si «volatizzano» e finiscono in qualche magazzino di ricambi del mercato nero. Importante chiudere sempre le auto, utilizzare gli antifurto e stare attenti a qualche possibile truffa nei parcheggi con qualcuno che potrebbe distrarre il conducente e l’altro che si infila nel veicolo e porta via, in questo caso, borse e altro.

Intanto, proprio questa mattina è stato rinvenuto in contrada Bufalara, tra Termoli e la Statale 87 un escavatore. Il mezzo è risultato rubato proprio da una ditta del nucleo industriale. Forse qualcosa è andato storto ai banditi che hanno portato via il mezzo e sono stati costretti ad abbandonare l’impresa in un terreno abbastanza impervio tra gli oliveti. Amarezza per i proprietari e anche una constatazione da parte di chi ha già subito i furti. Le forze dell’ordine sono al lavoro per potenziare i controlli ma anche per verificare movimenti sospetti: le segnalazioni dei cittadini sono fondamentali ma ci sono delle zone, specie in periferia, più esposte al rischio di furti.

Più informazioni su